Cucina: 10 utensili essenziali per cucinare in modo salutare

utensili_cucina

Cucinare in casa, preparare le pietanze da portare sulla tavola con le proprie mani, senza affidarsi ai piatti pronti, è un passo fondamentale per avvicinarsi ad una cucina e ad uno stile alimentare più salutare.

Preparando i nostri piatti saremo perfettamente a conoscenza degli ingredienti presenti all'interno di essi. Quali sono gli strumenti essenziali da utilizzare e che potranno essere d'aiuto, soprattutto a chi si trova alle prime armi? Ecco alcuni suggerimenti in proposito.

1) Tagliere in legno

Un tagliere in legno è assolutamente necessario per affettare la frutta, gli ortaggi e qualsiasi altro alimento meriti di essere trattato con cura. I taglieri di legno durano più a lungo nel tempo rispetto ai taglieri di plastica, si rovinano meno facilmente e risultano più semplici da pulire. È vero, esistono numerosi strumenti da cucina elettronici che possono aiutarci ad affettare le verdure in mille modi, ma il lavoro manuale, come sempre, ci aiuta a non sprecare energia e, spesso, anche tempo.

tagliere

Leggi anche: Taglieri e utensili di legno: come pulirli correttamente

2) Cucchiaio di legno

Il cucchiaio di legno, oltre ad essere considerato un vero e proprio simbolo della cucina naturale, è probabilmente uno degli utensili da cucina di origine più antica. Il legno, a differenza del metallo, ha il pregio di non essere un buon conduttore di calore, e di poter essere utilizzato per mescolare gli alimenti contenuti nelle pentole che si trovano a cuocere sul fornello o sulla stufa. Una vera comodità rispetto ad altri strumenti in metallo, con cui si rischia di scottarsi, o in plastica, che inevitabilmente si rovinano con il calore.

3) Coltello da Chef

Un coltello ben affilato e funzionante rappresenta, in abbinamento con il tagliere in legno, uno strumento che permette di affettare pane, ortaggi, frutta e tutti gli altri alimenti, oltre che di tritare le erbe aromatiche, in maniera semplice, con poca fatica e senza sprecare energia elettrica ricorrendo ad altri mezzi. È consigliabile dunque investire in coltelli duraturi, che potranno essere utilizzati per molti anni, anche grazie a manici robusti, che non si rovinino in poco tempo.

4) Ciotole in metallo

Le ciotole in metallo da utilizzare per mescolare gli ingredienti per la preparazione degli impasti sono davvero irrinunciabili e non possono essere paragonate alle ciotole in plastica. Sono solitamente costituite da acciaio inossidabile, sono resistenti e vi potranno accompagnare per anni. Non vi sono rischi che si rovinino, come invece può accadere con le ciotole in plastica. All'interno di esse è più facile lavorare gli impasti, che si staccheranno facilmente dalle loro pareti.

5) Colapasta

Anche per quanto riguarda il colapasta, il materiale preferibile da scegliere è l'acciaio inossidabile, rispetto alla plastica. Si tratta di una caratteristica che ci permetterò di impiegarlo non soltanto per scolare la pasta, il riso o le verdure, ma anche per la cottura al vapore. Potrà inoltre essere impiegato per lavare le verdure o per risciacquare l'insalata, oltre che per la coltivazione casalinga dei germogli.

Leggi anche: 10 idee per coltivare i germogli senza comprare un germogliatore

6) Barattoli di vetro

barattoli

I barattoli di vetro a chiusura ermetica sono eccellenti per la conservazione di numerose tipologie di alimenti. Versando le proprie farine dalla confezione in carta ad un barattolo di vetro si eviterà che esse possano venire attaccate dalle farfalline che a volte si presentano all'interno della dispensa. Possono sostituire benissimo i contenitori di plastica per conservare pasta, riso, legumi, cereali in chicco, frutta a guscio e frutta essiccata, erbe aromatiche essiccate, confetture, biscotti preparati in casa.

LEGGI anche Riciclo creativo dei barattoli di vetro: 8 idee facili da realizzare

7) Pentola dal fondo spesso

Una pentola in acciaio inossidabile dal fondo spesso permette di facilitare la cottura dei cereali integrali e dei legumi. Si tratta infatti di alimenti che richiedono cotture piuttosto lunghe ed a fuoco lento, ma che con una pentola inadatta rischiano purtroppo di attaccarsi sul fondo, soprattutto nel caso in cui l'acqua di cottura venga assorbita più rapidamente del previsto. Mescolare di tanto in tanto con un cucchiaio di legno vi sarà di certo d'aiuto da questo punto di vista.

8) Contenitore graduato

Il contenitore graduato è perfetto per misurare i liquidi e vi permette di evitare l'utilizzo della bilancia elettronica quando non sia strettamente necessario, oltre che di rendere più rapida la preparazione dei dolci e di alte pietanze che richiedano una precisa quantità di ingredienti liquidi da inserire nelle ricette. In questo caso i contenitori in vetro sono consigliabili rispetto ai contenitori di plastica, poiché sono più resistenti e solidi e garantiscono solitamente una precisione maggiore.

9) Passaverdura

Il passaverdura, conosciuto anche come passatutto, è un utensile da cucina manuale che può essere impiegato per schiacciare e ridurre ad una purea alimenti già cotti, come ad esempio le patate, le carote, i legumi o gli spinaci. Può essere utile impiegarlo nella preparazione casalinga della salsa di pomodoro in sostituzione strumenti che richiedono di essere collegati alla corrente elettrica e che, minuto dopo minuto, succhiano energia. Del resto, gli utensili manuali non possono essere che orientati al risparmio.

10) Mortaio da cucina

Ecco un altro strumento manuale che si presta a numerosi utilizzi in cucina, a partire dalla preparazione tradizionale del pesto a base di basilico. Il mortaio può essere utilizzato inoltre per ridurre in polvere le erbe aromatiche essiccate, le spezie ed il sale grosso, per triturare la frutta a guscio, per la preparazione della salsa guacamole in sostituzione del frullatore e per la preparazione casalinga delle granite. Il mortaio da cucina può essere in legno, metallo, pietra, acciaio o ceramica.

Vi potrebbero servire anche uno o più cestelli per la cottura al vapore, in modo da risparmiare energia e gas cuocendo contemporaneamente sul medesimo fornello, ad esempio, del riso e diverse tipologie di ortaggi, impilando i cestelli l'uno sull'altro, ed una pentola a pressione, utile soprattutto per velocizzare i tempi di cottura di legumi, minestroni e riso integrale, oltre che per minimizzare ancora di più i consumi energetici ai fornelli.

Marta Albè

LEGGI anche:

10 cose che non dovrebbero mai mancare in una cucina green

Cucinare risparmiando: la guida per cuocere i cibi in modo ecologico

10 modi per risparmiare gas ed energia mentre si cucina