@Cocoparisienne/Pixabay

Caffè: scienziati inglesi scoprono gli inaspettati effetti benefici per il fegato se ne bevi almeno 4 tazze al giorno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Secondo una recente ricerca scientifica bere fino a 4 tazze di caffè ha enormi benefici sulla salute del fegato.

Dall’espresso all’istantaneo, il caffè fa parte della routine quotidiana di milioni di persone. Secondo un recente studio bere 4 tazze di caffè al giorno protegge il fegato dal rischio di epatite cronica, e potrebbe addirittura aiutare a prevenire il cancro al fegato e ridurre il rischio di malattie legate all’alcol.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 494.585 partecipanti a un progetto, per aiutare a svelare i fattori genetici e ambientali associati a condizioni particolari. Tutti i partecipanti avevano un’età compresa tra 40 e 69 anni quando si sono iscritti al progetto, con 384.818 che hanno dichiarato di essere bevitori di caffè, rispetto ai 109.767 che non hanno consumato la bevanda.

Il team ha esaminato la salute del fegato dei partecipanti per un periodo di quasi 11 anni, trovando 3.600 casi di malattia epatica cronica, con 301 decessi e 1.839 casi di semplice malattia del fegato. (Leggi anche: La caffeina protegge la nostra pelle dal melanoma. Lo studio dell’ISS)

Caffè benefici

@Alexas_Fotos/Pixabay

La ricerca

L’analisi ha rivelato che dopo aver preso in considerazione fattori come l’indice di massa corporea, il consumo di alcol e il fumo, coloro che bevevano una certa quantità di caffè, di qualsiasi tipo, avevano un rischio inferiore pari al 20% di sviluppare malattie croniche del fegato. I bevitori di caffè avevano anche un rischio inferiore, pari a circa il 49%, di morire per malattie croniche del fegato. (Leggi: Il sapore del caffè potrebbe non essere più lo stesso a causa dei cambiamenti climatici)

Il team di ricercatori ha affermato che l’entità dell’effetto aumenta con la quantità di caffè consumata, fino a circa tre o quattro tazze al giorno; un consumo maggiore non ha fornito alcun beneficio aggiuntivo.

Una riduzione del rischio è stata riscontrata anche quando sono stati considerati separatamente caffè solubile, decaffeinato e macinato, sebbene quest’ultimo risulterebbe più efficace. (Leggi anche: Il caffè selvatico, raro e dimenticato, che può salvare l’amata bevanda dalla crisi climatica)

Tuttavia, lo studio ha dei limiti, incluso il fatto che non può dimostrare che il caffè da solo riduca il rischio di malattie croniche del fegato, nonostante sia efficace per prevenire gravi patologie.

Ovviamente, è importante sottolineare che per migliorare la salute del fegato non occorre bere solo caffè, ma seguire uno stile di vita sano che include anche ridurre il consumo di alcol, seguire un’alimentazione bilanciata e fare attività fisica in modo regolare.

Sul caffè ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook