Vino Unicorno. Esiste, è rosa e ha il sapore delle caramelle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Brilla come se contenesse dei glitter. Il suo colore è rosa pastello e non è l’ultima tendenza in fatto di moda. È il nuovo vino Lágrimas de Unicornio, Lacrime di Unicorno, ideato e prodotto in Spagna.

Nulla a che vedere con un’altra bevanda (salutare), il latte di unicorno, a base di zenzero, limone, curcuma e alga spirulina. Il vino, prodotto dalla cantina Gik Live!, ha solo 11,5 gradi di alcol, un sapore fruttato stile gomma da masticare e una stramba tonalità rosa. Ma non è tutto. La sua particolarità è data da alcuni pigmenti minerali che lo fanno brillare se colpito dalla luce.

I due ideatori sono una coppia di enologi, Tere e Javi, marito e moglie che hanno voluto trasmettere al vino un tocco “di felicità e di ottimismo“, nella loro piccola cantina con sede a Navarra.

Il segreto di questa miscela è un “unicorno” che Tere e Javi custodiscono in un luogo segreto. Un ingrediente misterioso tanto quanto l’animale leggendario. “Il processo di estrazione delle lacrime è completamente naturale ed è in attesa di brevetto”, spiegano scherzando i due enologi.

Lágrimas de Unicornio è il vino più rosa che esista al mondo e non è la prima creazione “originale” dei due coniugi. A loro si deve anche il primo vino blu. In questo caso, si tratta di un mix di uve bianche e rosse, tra cui Airén, Syrah e Garnacha, a cui dopo la fermentazione sono stati aggiunti due coloranti organici: le antocianine contenute nella buccia dell’uva e soprattutto l’indaco, che dà alla bevanda l’inconsueta sfumatura azzurra.

gik

Di fatto, il packaging di Lágrimas de Unicornio sta trionfando su Instagram, dove ha guadagnato migliaia di follower e di Mi piace.

In questo modo e secondo le parole dei suoi creatori, si cerca di “attirare una generazione non abituata al vino e che non ha trovato troppe opzioni nel settore”.

Il vino è acquistabile in Spagna, alle Canarie e online sul sito ufficiale, al costo di circa 30 euro per 3 bottiglie. “Il suo tono rosa è così magico che è difficile credere che sia naturale – ma lo è!assicurano i produttori.

Voi lo berreste?

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook