No kill eggs: se mangi queste uova, potresti salvare miliardi di pulcini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete mai sentito parlare delle uova ‘no kill’? Da qualche giorno sono in vendita in Germania e potrebbero salvare 6miliardi di pulcini maschi in tutto il mondo.

Gli scienziati dell’Università di Lipsia hanno sviluppato una nuova tecnologia che consente agli incubatori di determinare il sesso dei pulcini prima che si schiudano. Come sappiamo, all’origine della produzione di uova c’è una strage di pulcini maschi che vengono eliminati alla nascita perché ‘non utili al mercato’.

Ma le cose potrebbero finalmente cambiare grazie alle uova ‘no kill’, le prime prodotte senza uccidere i pulcini maschi. Le uova Respeggt sono già in vendita e appartengono al marchio Seleggt.

uova no kill

Cosa sono le uova ‘no kill’

Grazie a un finanziamento di 5milioni di euro, gli scienziati hanno sviluppato un metodo che consente agli incubatori di determinare il sesso dei pulcini prima che si schiudano.

Nello specifico, un laser crea un foro in miniatura nel guscio che permette di prelevare una piccola quantità di liquido. Il campione viene testato per l’ormone estrone solfato, che è presente solo nei polli femminili.

Le uova da cui nascerebbero i pulcini maschi vengono scartate, polverizzate e trasformate in mangimi per animali, mentre quelle femminili rimangono nelle incubatrici fino alla nascita delle future galline ovaiole.

Grazie a questa formula innovativa potrebbero essere salvati 45 milioni di pulcini maschi tritati vivi o gassati dall’industria delle uova della sola Germania. Mentre a livello mondiale si stima che siano circa 4-6 miliardi.

Nel corso del 2019 le uova ‘no kill’ saranno disponibili in tutti i 5500 punti vendita tedeschi di Rewe e Penny.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook