Le noci di Macadamia ora rischiano l’estinzione in natura. Inserite nella Lista Rossa Iucn

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Anche le noci di Macadamia sono finite nella famigerata Lista Rossa dell’Iucn, che indica le specie a rischio estinzione. Lo ha rivelato l’ultimo aggiornamento secondo cui la noce di macadamia, un tipo di frutta secca, ora è minacciata di estinzione in natura. E sono note anche le cause, dalla presenza di specie “aliene” invasive alla perdita di habitat, fino ai cambiamenti climatici.

Buone, ricche di fibre e grassi vegetali, tali noci aiutano a proteggere cuore e arterie, riducono il colesterolo cattivo e a aumentano quello buono. Ma presto potremo dire loro addio e la colpa è solo nostra.

L’ultimo aggiornamento dell’Iucn purtroppo ha rivelato che diverse piante sono state inserite nella lista rossa, classificate in alcuni casi come vulnerabili, in altre come a rischio estinzione. In particolare, l’analisi si è soffermata sulla famiglia delle protea di cui è stata fatta una delle più complete valutazioni.

E’ emerso così che il 45% (637 specie su 1.464) di queste straordinarie piante da fiore che crescono principalmente nell’emisfero meridionale sono vulnerabili, minacciate di estinzione o in pericolo critico. Esse sono soggette alla diffusione di specie aliene invasive, ai cambiamenti dei cicli naturali, agli incendi causati dall’uomo e infine ai cambiamenti climatici e alla perdita di habitat per l’agricoltura.

La famiglia protea comprende tre specie di Macadamia – le stesse che producono le omonime noci  – che sono entrate nella Lista Rossa IUCN perché minacciate di estinzione in natura. In particolare, la noce di macadamia (Macadamia integrifolia) è elencata come Vulnerabile, mentre la M. ternifolia e la M. tetraphylla sono considerate a rischio estinzione.

Purtroppo non si tratte delle uniche piante che stanno scomparendo e per questo sono state elencate nell’ultimo aggiornamento Iucn. E’ stata condotta anche una capillare analisi sulle querce e quasi un terzo (31%, 113 su 430 specie) è minacciato di estinzione. Nove querce asiatiche entrano nella Lista Rossa IUCN già in pericolo critico (possibilmente estinte o possibilmente estinte in natura). Il maggior numero di specie minacciate si trova in Cina e Messico, nel Vietnam, negli Stati Uniti e in Malesia. Anche in questo caso, la deforestazione legata allìagricoltura intensiva è la minaccia più comune in Cina, Messico e Sud-est asiatico mentre specie aliene invasive, malattie e i cambiamenti climatici sono le principali minacce per le querce negli Stati Uniti.

Ma il bollettino Iucn ci ha anche dato una buona notizia: il bisonte europeo (Bison bonasus) è in ripresa, passando da  ‘vulnerabile’ a ‘quasi minacciato’ grazie ai numerosi sforzi di conservazione della specie.

Fonti di riferimento: Iucn, Twitter/Iucn

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook