Gualtiero Marchesi firma 2 panini e un dessert di Mcdonald’s

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chef e fast food è un binomio che non è mai andato d’accordo. Ma da oggi a quanto pare questo vero e proprio ossimoro diventa realtà. E così da McDonald’s si potranno mangiare panini e dolci targati Gualtiero Marchesi.

“Dove vanno a mangiare i giovani? E cosa mangiano?”. È questa la domanda che si è posto quello che può considerarsi uno degli chef più celebri d’Italia, quando ha deciso di accettare la collaborazione con McDonald’s, per il quale realizzerà due panini e un dolce “a base di cibi sani e locali”.

I due sandwich della linea McItaly firmati dal grande chef si ispirano alla tradizione del Belpaese: uno è il “Vivace“, fatto con bacon, spinaci saltati, cipolla marinata, hamburger bovino e maionese con grani di senape; l’altro è l’Adagio“, che propone un hamburger con pane ricoperto di mandorle a pezzetti, mousse di melanzane, pomodori a fette, melanzane in agrodolce e ricotta salata, in vero stile mediterraneo. Il dolce, invece, dal nome Minuetto, sarà tipicamente milanese: una fetta di panettone con salsa al caffè e crema di mascarpone, arricchito con frutta candita e mandorle.

mcItaly

Va detto che non è la prima volta che McDonald’s per fare breccia sui consumatori italiani, molto più attenti alla qualità e alla genuinità dei cibi rispetto a quelli di oltreoceano, punta sulla tradizione e la “qualità” degli ingredienti. Lo fece qualche anno fa con il primo McItaly, il panino che ha potuto vantare il beneplacido dell’allora ministro delle politiche agricole Zaia, ma che non è durato molto nei menù della catena di fast food più famosa al mondo. In quell’occasione provammo personalmente l’hamburger in questione che non ci convinse affatto, spingendoci a sostenere, al limite, iniziative degli agricoltori nostrani come quella della piemontesina, un hamburger di sola carne piemontese prodotta da bovini allevati in azienda e alimentati solo con sostanze vegetali e ovviamente OGM free o quella del Marchburgher, l’hamburger 100& made in marche.

Tornando all’attuale iniziativa di Mc Donald’s, naturalmente entusiasta del connubio con Marchesi è l’amministratore delegato della filiale italiana della multinazionale, Roberto Masi: “Per noi è un sogno che si avvera, per l’esperienza e la conoscenza che Marchesi porta con sé, ma soprattutto per l’attenzione alla qualità e ai dettagli che ci accomuna“. Noi, sinceramente, un po’ meno…Voi che ne pensate?

Verdiana Amorosi

Leggi anche 9 validi motivi per non mangiare al McDonald’s

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook