miele-puro

Miele. Un alimento che vanta molte proprietà benefiche per il nostro organismo a patto però che sia di buona qualità. Uno studio ha messo in luce al contrario come un’alta percentuale del miele commercializzato nei supermercati e nei negozi sia in realtà in qualche modo alterato. Come possiamo dunque tutelarci e riconoscere un miele puro al 100%?

Il miele è un cibo altamente nutritivo, un rimedio naturale utile in molte occasioni. Non in tutti i casi però è un prodotto davvero buono e sano come pensiamo. Secondo una ricerca condotta da Vaughn Bryant, docente alla Texas A & M University e uno dei migliori specialisti in palinologia (disciplina che studia il polline e le spore), ben il 76% del miele che si trova comunemente in commercio negli Stati Uniti è stato ultra filtrato in modo da rimuovere le impurità, ma anche tutto il polline. 

Si tratta dunque di un miele in qualche modo alterato che non garantisce più le note proprietà di questo alimento. C’è da sottolineare infatti che sono proprio queste “impurità” a fare del miele un cibo ricco di benefici grazie al contenuto in vitamine, sali minerali e amminoacidi che gli conferiscono proprietà antibatteriche, antivirali e antimicotiche. 

Per non parlare poi del fatto che alcuni mieli provenienti dall’Asia ci espongono al serio rischio di ingerire antibiotici illegali e metalli pesanti dai quali potrebbero essere stati contaminati.

Si rende più che mai necessario acquistare dunque un miele di buona qualità, biologico e puro. Ma come possiamo essere sicuri che si tratti di un prodotto non alterato nelle sue proprietà?

Come riconoscere un miele puro

Soluzioni di zucchero invertito e sciroppi di glucosio o mais sono gli ingredienti più usati per realizzare del miele contraffatto, a volte mescolati con una parte di miele puro, a volte addirittura sostituiti interamente ad esso.

Un altro metodo per la falsificazione del miele è quello di alimentare le api con prodotti a base di zucchero mentre quello più "innocente" prevede l'aggiunta di acqua al prodotto (il miele che contiene più del 25% di acqua è considerato falsificato).

In tutto il mondo, la contraffazione del miele è diffusa, così come avviene per l'olio extra vergine di oliva.
Ci sono sostanzialmente 4 modi per identificare se un miele è puro o no:

  • Test del pollice: metti una goccia di miele sul pollice. Se gocciola o cade da un lato, il miele non è puro. Se rimane intatta, lo è.
  • Test dell'acqua: riempi un bicchiere d'acqua e versa dentro un cucchiaio di miele. Il miele puro rimarrà praticamente intatto e sarà immerso nel fondo del bicchiere. Il miele alterato si dissolverà.
  • Test della dispensa: il miele puro cristallizza nel tempo (e alle basse temperature), se invece è stato alterato continuerà ad essere miele liquido, non importa quanto tempo rimane fermo nella vostra dispensa. Fa eccezione il miele di acacia che è l'unico che non subisce il processo di cristallizzazione.
  • Test del fuoco: immergi un pezzetto di ovatta in un po’ di miele e poi metti a contatto con una fiamma. Il miele naturale si accenderà facilmente e la fiamma lo brucerà, il falso miele invece non si accenderà a causa dell'umidità che contiene.

A questo proposito guardate il seguente video in cui vengono condotti tutti e 4 gli esperimenti sul miele:

Secondo i risultati compilati da Bryant nel suo studio, i mieli provenienti dai mercati degli agricoltori locali, negozi di prodotti naturali o cooperative, mantengono intatti i loro normali livelli di polline. Ha anche sottolineato che generalmente si trovano mieli inalterati quando sono etichettati come prodotti biologici.

Il consiglio sempre valido rimane dunque quello di affidarsi ad apicultori di fiducia che producono miele biologico nel rispetto dell'ambiente e della sopravvivenza delle api.

Sul miele potrebbe interessarvi anche:

Francesca Biagioli

porta calcio decathlon 2018

Decathlon

Una porta da calcio per giocare in giardino tutto l'anno

cosmetici pelle lavera

Lavera

Come difendere la pelle dall'inquinamento quotidiano

banner guida pulizie

La guida alle pulizie eco

Tante informazioni, zero euro! Scaricala subito

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
seguici su instagram
guida pulizie
corsi greenme
whatsapp gratis