Patate viola: le fantastiche proprietà e come cucinarle per valorizzare i benefici

patate-viola
Quali sono le proprietà delle varie tipologie di patate viola (vitelotte, violette, turchesa e blu), ma anche consigli e ricette per cucinarle al meglio

Tutti voi conoscete le patate bianche, gialle e probabilmente anche quelle rosse-arancioni ma sapete che esistono anche le patate viola? Scopriamo tutte le loro proprietà e come cucinarle al meglio.

Le patate viola fanno parte, come le più tradizionali patate, della famiglia delle Solanacee. Si tratta di una varietà antica di tubero che proviene dalle Ande peruviane ma che da tempo ormai si coltiva anche in altri paesi, tra cui Francia e Italia, e si sta riscoprendo non solo per il sapore e il colore particolare e accattivante (molto caro ai grandi chef) ma anche per le proprietà.

Sono patate che si caratterizzano non solo per il colore, ma anche per la forma allungata, le piccole dimensioni e la consistenza interna molto farinosa.

In realtà esistono diverse tipologie di patate di color violaceo o blu tra cui:

  • patate vitelotte dette anche patate nere
  • patate violette (che in realtà hanno la polpa gialla)
  • patata turchesa
  • patata blu

 

Le proprietà delle patate viola

E’ proprio il caratteristico colore violaceo di queste patate a renderle particolarmente interessanti in quanto a proprietà e ad avergli fatto guadagnare il soprannome di patate “salva-salute”. Questi tuberi, infatti, sono particolarmente ricchi di antociani, sostanze dal potere antiossidante che ci proteggono dal rischio di cancro, ictus e malattie cardiache.

In realtà gli antociani si trovano numerosi in tutta la frutta e la verdura delle tonalità di colori che vanno dal viola al blu ad esempio i mirtilli, considerate però che le patate viola ne contengono di più (è stato stimato che questi tuberi contengano circa 150 mg di antiossidanti per 100 gr a crudo).

Tra l’altro il pigmento presente nella patata viola potrebbe aiutare nella prevenzione dei tumori.

Questi tuberi contengono poi molto potassio, altri minerali, e vitamine (in particolare la vitamina C).

Ricapitolando le patate viola sono:

  • antiossidanti
  • ricche di sali minerali e vitamine
  • riducono il rischio di malattie cardiache
  • hanno azione preventiva nei confronti dei tumori
patate viola tagliere

 

Patate viola, valori nutrizionali

Le patate viola contengono buone quantità di carboidrati complessi, proteine, fibre, vitamine e sali minerali, tra quest’ultimi rilevante soprattutto la presenza di potassio. Per quanto riguarda le vitamine, la più presente è la vitamina C.

3 piccole patate contengono:

  • 30 gr di carboidrati
  • 4 gr di fibre
  • 3 gr di proteine
  • 0 grassi

Patate viola, calorie

Le patate vitelotte sono poco caloriche, si calcola che 3 di queste piccole patate apportino al nostro organismo circa 130 calorie. Si possono inserire quindi nell'ambito di una dieta equilibrata e varia anche quando si vuole perdere peso, calcolando anche il loro potere saziante. 

 

Come cucinare le patate viola

Le patate viola, un po’ come le tradizionali patate bianche o gialle, si prestano a diversi usi in cucina. Sicuramente con le patate viola l’effetto visivo e cromatico della portata sarà più originale, ad esempio se scegliete di preparare un coloratissimo pure blu-violetto.

Queste patate hanno tra l’altro un sapore più dolce che assomiglia un po’ a quello delle castagne e un profumo che ricorda la nocciola, ecco perché si possono utilizzare con successo anche nella preparazione dei dolci. In alternativa si possono preparare al forno, usare per realizzare torte rustiche, preparare gnocchi colorati e tanto altro.

Per fare in modo di godere al meglio dei benefici di queste patate sarebbe meglio evitare la frittura e utilizzarle invece bollite. Si possono anche cuocere a vapore ma la loro consistenza farinosa potrebbe renderle poco gradite se cotte in questo modo.

La buccia delle patate viola va sempre tolta in quanto dura e poco digeribile, si può comunque cuocere la patata nella sua interezza per accentuare l’effetto colorato e togliere la buccia poco prima di consumarla.

Si consiglia comunque spesso, nelle preparazioni culinarie,  di utilizzare le patate viola insieme alle più tradizionali patate in modo da non perdere l’effetto cromatico ma allo stesso tempo mantenere una consistenza meno farinosa.

patate viola purea

 

Patate viola, ricette

Vi presentiamo alcune ricette a base di patate viola da utilizzare come asso nella manica per una cena in cui volete stupire i vostri ospiti:

Gnocchi di patate viola

Avete mai pensato di fare degli gnocchi viola? Si realizzano al pari dei più tradizionali gnocchi con farina, uova, sale e appunto patate viola! Qui la ricetta.

Torta dolce di patate violette

Come abbiamo detto le patate vitelotte si prestano anche alla preparazione di dolci. Qui vi presentiamo una torta a base di mandorle, patate, olio di semi e dolcificata con sciroppo d’acero.

patate viola torta1

 

Patate vitelotte al rosmarino

Ricetta semplice e rustica è quella che vede le patate viola prima lessate e poi ripassate in padella con aglio e rosmarino. Qui la ricetta.

 

Purea di patate viola

Le patate viola si prestano alla realizzazione di un colorato purè che si può servire anche in abbinamento con purea di carote, patate bianche o altri ortaggi. Qui una ricetta.

Patate viola, dove trovarle

Purtroppo non è sempre facile trovare le patate viola, provate a rivolgervi a banchi dei mercati che hanno tuberi e ortaggi antichi e ricercati, a volte si trovano anche nei negozi di alimentazione biologica. Come potete immaginare il prezzo al chilo di queste patate è molto elevato.

Patate viola, come conservarle

Le patate viola come le altre varietà di questo tubero vanno conservate in luogo fresco e asciutto per evitare la formazione di germogli che, come sappiamo, aumentano anche la presenza di solanina in questi cibi.

Patate viola controindicazioni

Il consumo di patate viola non presenta grosse controindicazioni. Un'attenzione in più dovranno avere le persone a cui è stato consigliato di consumare cibi con indice glicemico basso oppure se particolarmente sensibili ai cibi che contengono solanacee.

Se volete conoscere altri ortaggi particolari, le loro proprietà in base al colore e gli usi leggete anche:

Patate viola, la storia

Originarie del Perù e del Sud America queste patate arrivarono in Europa al tempo della colonizzazione ma rispetto alle varianti bianche o gialle dello stesso tubero ebbero molta meno fortuna. Ciò è dovuto anche al fatto che si tratta di patate più piccole la cui resa è minore rispetto a quelle tradizionali.

Avete mai provato le patate viola, che ne pensate?

Francesca Biagioli