papaya

Quando pensiamo alla papaya ci vengono subito in mente scenari esotici, palme, sole e mare. Non si tratta certo di un prodotto a chilometro zero ma vogliamo comunque parlare delle proprietà e dei valori nutrizionali di questo frutto.

La papaya ha una forma allungata, è molto ricca d’acqua e presenta una polpa arancione in cui si trovano dei semini neri ricchi in mucillagini. L’esterno è di colore giallo-verde o rossastro a seconda del grado di maturazione a cui è giunto il frutto. Può essere poi di grandezza differente e pesare anche molto (fino a 10 kg).

La papaya è tipica dei paesi tropicali in quanto necessita per crescere al meglio di climi caldi e umidi. Visto il suo sapore appetibile, però, si trova ormai disponibile da acquistare in tutto il mondo anche se le coltivazioni si limitano ancora oggi ad alcuni paesi (la pianta mal si adatta altrove).

Scopriamo adesso i benefici che offre il consumo di papaya.

LE PROPRIETÀ DELLA PAPAYA

Le proprietà della papaya sono numerose. Tra le sostanze benefiche contenute in questo frutto c'è la papaina, enzima che sembra essere un vero toccasana per i problemi digestivi (aiuta in particolare la digestione delle proteine) e più in generale dell'apparato gastro-intestinale. Le fibre presenti in questo frutto sono molto utili anche per l’intestino in quanto ne favoriscono la regolarità. Tra l’altro, secondo alcuni studi, sono proprio le fibre presenti nella papaya ad offrire protezione nei confronti della comparsa di tumore al colon.

La papaya è poi un frutto dai principi attivi antiossidanti e dunque protegge l’organismo dai danni provocati dai radicali liberi evitando l’invecchiamento delle cellule e la comparsa di malattie cardiovascolari. Per questo c’è chi la considera un potente anti-age e la assume per sfruttarne l’effetto benefico sotto forma di integratore (più in basso parleremo anche della papaya fermentata).

La papaya è anche alleata del cuore e del sistema cardiovascolare in genere in quanto evita i depositi di colesterolo e riduce quello LDL, cosiddetto cattivo.

Secondo un studio effettuato in Pakistan, la papaya offre poi tanti altri benefici a chi la assume. Sarebbero in particolare i semini neri ad avere le proprietà più interessanti in quanto ricchi di antiossidanti (flavonoidi e polifenoli) in grado di prevenire problemi ai reni e soprattutto regolarizzare la flora intestinale ed eliminare i vermi.

La benefica combinazione di tutte le sostanze e principi attivi presenti nella papaya la rendono un frutto di primo piano nel ridurre il rischio di contrarre malattie come cancro, ipertensione, diabete ma anche utile a chi vuole perdere peso, migliorare la propria vista, risolvere problemi di acne, rafforzare il sistema immunitario e addirittura migliorare la fertilità, sia maschile che femminile.

papaya benefici infografica

Ricapitolando dunque la papaya:

• Aiuta le funzioni digestive (in particolare delle proteine)

Favorisce la regolarità intestinale

• Previene il tumore al colon

• Previene ipertensione e diabete

• Previene le malattie cardiovascolari

• È anti-age

Aiuta a perdere peso

• Migliora la vista

• Aiuta in caso di acne

Migliora la fertilità maschile e femminile

• Rafforza il sistema immunitario

VALORI NUTRIZIONALI DELLA PAPAYA

La papaya è un frutto dai valori nutrizionali molto interessanti. Oltre ad essere molto ricca di acqua, contiene vitamina A, acido folico (vitamina B9), vitamina E, vitamina K e soprattutto vitamina C (una porzione di 100 g ne contiene 60 mg, cioè circa 180 mg per ogni papaya di medie dimensioni). Tra i sali minerali spiccano invece potassio, calcio, fosforo e magnesio.

Come tutti gli alimenti di origine vegetale, anche la papaya non contiene colesterolo e tra l’altro, come abbiamo già detto sopra, contribuisce anche a tenerlo nella norma. Non dimentichiamo che la papaya è poi una fonte di carotenoidi.

papaya valori nutrizionali7

Fonte foto: Inran

Ricapitolando la papaya contiene:

• Vitamina A

• Vitamina C

Vitamina E

• Vitamina K

Acido Folico

Potassio

• Calcio

• Fosforo

Magnesio

CALORIE

La papaya è un frutto che non apporta molte calorie, secondo i dati Inran 100 grammi di frutto (parte edibile) donano al nostro organismo 28 kcal.

COME SCEGLIERE UNA PAPAYA

Anche se esiste un periodo dell’anno in cui l’albero di papaya produce più frutti, nei nostri supermercati, nei negozi esotici o nei mercati, la papaya è disponibile tutto l’anno. Bisogna fare attenzione però al momento dell’acquisto per evitare di comprare un frutto immangiabile. Tenete presente che se la parte esterna tende all’arancio e al rossastro e toccandola con le dita appare leggermente morbida, la papaya è ad un buono stato di maturazione e va consumata nel giro di pochi giorni. Se invece appare verde ma con delle macchie gialle occorrono ancora alcuni giorni (va lasciata a temperatura ambiente e non messa in frigo) prima di poterla consumare. A seconda di quando avete intenzione di mangiarla, quindi, potete scegliere una o l’altra. Quella completamente verde e molto dura al tatto sarebbe da evitare perché colta troppo acerba dall’albero.

papaya come si consuma

Ricapitolando una papaia matura:

• È leggermente morbida al tatto (non bisogna sprofondare con il dito)

• Ha la parte esterna gialla e rossastra (non verde)

Va consumata nel giro di pochi giorni

Una papaia non ancora matura, invece:

• Va fatta maturare per alcuni giorni fuori dal frigorifero

CONTROINDICAZIONI

Il consumo di papaya non presenta controindicazioni particolari ad eccezione della possibile ipersensibilità al frutto dovuta anche alla presenza di lattice  (da evitare quindi se si è allergici a questa sostanza). La papaya, se troppo acerba, è sconsigliata alle donne in gravidanza in quanto ricca di papaina che può indurre le contrazioni.

COME SI CONSUMA LA PAPAYA

Il frutto maturo della papaya va per prima cosa sbucciato poi può essere tagliato a pezzi e consumato così com’è oppure aggiunto ad una macedonia, utilizzato per realizzare frullati, estratti, dolci, gelati e tante ricette (anche salate come ad esempio l’insalata di papaya o il risotto alla papaya).

Si possono consumare anche i semi del frutto, anche se sono decisamente meno appetibili rispetto alla polpa succosa e dolce della papaya. Come abbiamo detto sopra, però, fanno molto bene!

papaya frullato

PAPAYA ESSICCATA

Al supermercato, nei negozi di alimentazione naturale o al mercato nei banchetti che vendono frutta secca sfusa, olive, lupini, ecc. si può trovare la papaya essiccata. Si tratta di un ottimo spuntino sia a metà mattina che a metà pomeriggio. Gli zuccheri naturali contenuti nella frutta possono donarci l’energia giusta per le nostre attività e le fibre possono invece contribuire al benessere del nostro intestino. Ma come in tutte le cose non bisogna esagerare (anche perché il carico di zuccheri in caso di frutta essiccata aumenta) ed è sempre molto importante fare attenzione a cosa si acquista. Se ci autoproduciamo della frutta essiccata in casa non ci sono problemi, ma bisogna invece fare attenzione nel caso si acquistino dei prodotti già pronti. Per avere qualche consiglio sull’acquisto di papaya o di altra frutta essiccata, leggete qui.

Leggi anche: FRUTTA ESSICCATA: NON SEMPRE BENEFICA, ECCO 3 COSE A CUI FARE ATTENZIONE

PAPAYA FERMENTATA

Da qualche anno sono apparsi sul mercato gli integratori a base di papaya fermentata, estratti dal noto frutto tropicale fatto fermentare con l’utilizzo di alcool per diversi mesi. Grazie a questo processo le proprietà antiossidanti della papaya aumentano e sono in grado di aiutare l’organismo a combattere i radicali liberi con più facilità. Inoltre, la presenza di vitamine del gruppo B, C, E e sali minerali, ne fanno un ottimo prodotto energizzante e immunostimolante che tra l'altro, contenendo papaina, contribuisce ad alcalinizzare il corpo e ha un'azione digestiva. Non tutti però sono concordi sui reali benefici di questo integratore e anche gli studi a riguardo non sono arrivati sempre alle stesse conclusioni.

Leggi anche: 10 INTEGRATORI NATURALI ED EFFICACI

UNA CURIOSITA’ SULLA PAPAYA

I piccoli semini neri della papaya venivano utilizzati nell’antichità nei paesi di origine del frutto come anticoncezionali naturali. Vi sconsigliamo ovviamente di provare questo rimedio!

Francesca Biagioli

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili per l'ambiente e... per il portafoglio

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram