crescione

Il crescione (Lepidium sativum – Crescione comune) è chiamato anche crescione da orto, crescione da giardino o crescione inglese. Si tratta di una verdura facile da coltivare ma non molto conosciuta.

Il crescione fa parte della famiglia delle crucifere, come i cavoli e i cavolfiori. Più che come un ortaggio in cucina il crescione viene considerato una vera e propria pianta aromatica con cui insaporire i nostri piatti e lo si può coltivare sia in vaso che nell’orto.

Il crescione è un ortaggio tipicamente invernale, molto resistente al freddo, che può essere comunque coltivato durante tutto il corso dell’anno con una semina scalare in modo da averlo a disposizione da raccogliere per tutto il corso dell’anno.

Crescione, proprietà

Sappiamo che il crescione è una pianta molto antica, che veniva già coltivata in Egitto. I romani la introdussero in Europa e ne conoscevano gli effetti salutari. Il crescione è ricco di vitamina C, di sali minerali e di antiossidanti.

Le proprietà benefiche del crescione si conservano al meglio se questo alimento viene consumato crudo e infatti normalmente è proprio così che viene servito, come se fosse un’insalatina.

Tra i sali minerali che troviamo nel crescione segnaliamo soprattutto calcio, ferro e magnesio. Non dobbiamo dimenticare che le verdure a foglia verde, come gli spinaci, sono spesso fonti di ferro e che per assorbire al meglio il ferro contenuto nei cibi vegetali è bene consumare alimenti ricchi di vitamina C. Ad esempio, potrete condire il crescione con succo d’arancia o succo di limone.

crescione da orto

Il crescione è una fonte importante di vitamina C (ne contiene 69 mg ogni 100 grammi) oltre a contenere vitamina C e vitamina B6. Si tratta di vitamine importanti per garantire al nostro organismo giovinezza ed energia.

Il crescione fa bene perché:

  • È una fonte di vitamina C
  • Contiene calcio e potassio
  • È una fonte di ferro
  • È povero di grassi
  • È leggero e facile da digerire

Crescione, calorie

Il crescione è un alimento davvero leggero, adatto a chi deve stare attento alla linea, dato che 100 grammi di crescione apportano al nostro organismo solo 32 calorie.

Crescione, valori nutrizionali

I seguenti valori nutrizionali corrispondono a 100 grammi di crescione (crescione comune o crescione inglese):

  • Grassi 0,7 g  
  • Acidi grassi saturi 0 g        
  • Acidi grassi polinsaturi 0,2 g
  • Acidi grassi monoinsaturi 0,2 g     
  • Colesterolo 0 mg     
  • Sodio 14 mg 
  • Potassio 606 mg     
  • Carboidrati 6 g        
  • Fibra alimentare 1,1 g       
  • Zucchero 4,4 g       
  • Proteine 2,6 g         
  • Vitamina A  6.917 IU       
  • Vitamina C  69 mg
  • Vitamina B6 0,2 mg
  • Calcio 81 mg
  • Ferro 1,3 mg
  • Magnesio 38 mg

Crescione, usi

Gli usi del crescione in cucina riguardano soprattutto l’esaltazione del sapore di piatti a base di verdure, di primi, secondi o contorni. Il crescione ha un gusto leggermente acidulo e piccante che viene considerato molto gradevole da chi apprezza un tocco di sapore in più in cucina.

L’uso del crescione riguarda soprattutto le sue foglie, che vanno raccolte e consumate fresche. Si possono utilizzare sia le foglie intere del crescione sia le foglie fresche tritate per condire o per insaporire i piatti in cucina.

Il crescione dona a minestre e insalate un gusto piccante, aromatico. Si può utilizzare il crescione come erba aromatica con cui insaporire il pane fatto in casa ma anche nei frullati. Ad esempio c’è chi ama preparare il classico frullato di fragole aggiungendo qualche fogliolina fresca di crescione.

crescione da orto 2

Normalmente il crescione si mangia fresco da solo o mescolato ad altre verdure crude da insalata, ad esempio alle foglie di rucola e di lattuga. Il crescione spesso viene abbinato al soncino per preparare le insalate miste. Lo si raccoglie quando le foglie sono alte tra 5 e 10 centimetri e prima che vadano a fiore.

Provate a tritare il crescione per usarlo come condimento sui formaggi freschi ma non cuocetelo mai, altrimenti perderebbe tutto il suo sapore caratteristico.

Ecco alcuni degli usi più comuni del crescione:

  • Da gustare fresco, condito con un filo d’olio
  • Per arricchire le insalate
  • Per condire e insaporire i formaggi freschi
  • Tritato come erba aromatica in cucina
  • Come ingrediente dei frullati di frutta e verdura
  • Per preparare un contorno fresco
  • Per dare sapore alle verdure lessate
  • Come ingrediente insolito per salse e condimenti
  • Da mescolare alle verdure crude, ad esempio carote e cetrioli
  • Per preparare un contorno leggero
  • Da aggiungere al pesto fatto in casa
  • Crudo per guarnire piatti di verdure, salsine e zuppe

Avete mai assaggiato il crescione? In quali ricette lo utilizzate?

Marta Albè

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram