wasabi

Per assaggiare la vera pasta wasabi o salsa wasabi dobbiamo andare in Giappone o in un ristorante giapponese di alta qualità. Purtroppo le salse wasabi che troviamo in vendita al supermercato hanno ben poco a che vedere con l’originale e il wasabi in polvere perde gran parte del vero sapore del prodotto fresco.

La pasta wasabi si ottiene dalla radice di una pianta giapponese chiamata Wasabia japonica, meglio conosciuta come wasabi o come ravanello giapponese. Il ravanello comune, il rafano e la senape fanno parte della stessa famiglia.

Dato che la radice di wasabi è molto costosa e visto che tende a perdere il proprio sapore caratteristico in breve tempo, nelle salse che troviamo comunemente in vendita questo ingrediente rappresenta solo una piccola parte del prodotto. Per insaporire la pasta wasabi si aggiungono il rafano e la senape e per renderla di un bel verde brillante talvolta si usa l’alga spirulina.

Possiamo trovare il wasabi sul mercato sotto forma di pasta o di polvere, ma dobbiamo controllare bene gli ingredienti se vogliamo trovare un wasabi il più possibile corrispondente all’originale dato che il vero wasabi per via del suo costo si presta spesso a falsificazioni.

I giapponesi distinguono il vero wasabi dalle varie imitazioni chiamandolo hon-wasabi, che significa ‘wasabi originale’. In Giappone il wasabi viene accompagnato al pesce crudo per via delle sue proprietà antibatteriche e digestive.

Leggi anche: RAFANO E WASABI: COSA SONO?

wasabi in polvere

La pasta wasabi dovrebbe essere preparata al momento a partire dalla radice del ravanello giapponese. La radice viene grattugiata fresca ma perde il suo sapore pungente caratteristico già dopo 15 minuti. Per questo motivo è difficile trovare la pasta wasabi originale al di fuori dei ristoranti tradizionali giapponesi. Chi non ha a disposizione l’ingrediente originale per preparare la pasta wasabi utilizza il rafano europeo con l’aggiunta di spezie.

Leggi anche: SUSHI VEG: 10 GUSTOSE RICETTE

wasabi radice ravanello giapponese

Una sola radice del vero wasabi o ravanello giapponese può costare più di 90 euro. Nei ristoranti dove si usa il vero wasabi vedrete il cuoco grattugiare finemente la radice di ravanello giapponese, di colore verde pallido, per formare la pasta wasabi originale.

Wasabi, la ricetta originale giapponese 

1 radice fresca di wasabi
1 grattugia fine

1) Rimuovete le foglie della radice di wasabi, lavatela e eliminate macchie e ammaccature. Le foglie di wasabi sono commestibili, le potrete aggiungere all'insalata o lasciarle essiccare per usarle come spezie.

2) Lasciate asciugare all'aria la radice di wasabi e con una grattugia fine ottenete la quantità di prodotto desiderata. Compattatela con l'aiuto di un cucchiaino in una ciotolina, provate a formare una pallina.

3) La pasta wasabi fatta in casa si conserva in frigorifero in un contenitore ermetico per alimenti per un paio di giorni ma via via col passare del tempo perde il sapore. La radice di wasabi raggiunge il suo picco di gusto dopo 10 minuti da quando l'avrete grattugiata, poi il sapore diventerà più delicato. Regolatevi con i tempi per servirla al momento giusto.

Avete mai assaggiato o preparato il vero wasabi giapponese?

Marta Albè

 

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram