I 5 tuberi della salute

tuberi della salute

Tuberi della salute? Non solo patate! Le patate sono tra i tuberi più utilizzati in cucina nel nostro Paese per preparare numerose ricette, sia dolci che salate. Nel mondo però esistono altri tuberi che rappresentano la base dell’alimentazioni delle popolazioni in via di sviluppo e che sono ricchi di proprietà benefiche.

Oltre alle patate comuni, in Italia possiamo coltivare o trovare in vendita le patate dolci e i topinambur, come alternativa. Forse però non avete mai assaggiato alcuni dei tuberi più diffusi nelle zone tropicali del mondo: il taro, lo yam o igname e la manioca, da cui si ottiene la farina di tapioca (o fecola di tapioca).

Andiamo dunque alla scoperta dei 5 radici tuberiformi e  tuberi della salute alternativi alle patate.

1) Batata o patata dolce

La batata (Ipomoea batatas) è forse più conosciuta con il nome di patata dolce o di patata americana. Si tratta di una radice tuberiforme dolce, commestibile e ricca di amido. Può ricordare una comune patata ma in realtà, a differenza delle patate vere e proprie, non appartiene alla famiglia delle Solanacee. Èoriginaria delle aree tropicali delle Americhe, dove tuttora avviene la sua maggiore coltivazione a livello mondiale. Le patate americane vengono coltivate anche in Italia. Nel nostro Paese troviamo, ad esempio, la patata americana di Puglia e la patata americana del Veneto. La batata è soprattutto una fonte di vitamina A e di vitamina C, di potassio, ferro, magnesio e flavonoidi.

Leggi anche: La batata rossa, un tubero dalle straordinarie proprietà benefiche

batata patata dolce patata americana

2) Manioca

La manioca (Manihot esculenta) è conosciuta anche come tapioca, cassava, yuca o alpin. Dalla manioca si ottiene la farina di tapioca, che spesso viene utilizzata per la preparazione di pappe per bambini durante lo svezzamento. La farina di tapioca (o fecola di tapioca) è senza glutine e risulta molto delicata per l’intestino. La manioca è una pianta originaria del Sudamerica e ha una radice tuberiforme commestibile. Rappresenta un’importante fonte di carboidrati nei Paesi in via di sviluppo insieme allo yam (o igname) e all’albero del pane. I tuberi di manioca sono ricchi di amido, calcio, fosforo e vitamina C. La manioca viene cucinata in vari modi, simili a quelli che utilizziamo comunemente per le patate. Il suo consumo è diffuso soprattutto in Africa, in Asia, in Sudamerica e nei Caraibi. La manioca viene consumata dopo la cottura o dopo l'essiccazione, a seconda delle varietà, per evitare la presenza di sostanze potenzialmente dannose nel tubero crudo.

Leggi anche: Tapioca, il cibo gluten free più delicato per l’intestino derivato dalla manioca

manioca tapioca cassava

3) Yam o igname

Lo yam, o igname, è un tubero ricco di amido prodotto dalle piante del genere Discorea. Il tubero è commestibile e viene consumato come alimento soprattutto in Africa e in Asia. Non bisogna confondere lo yam vero e proprio con le patate dolci americane. Talvolta negli Stati Uniti infatti le patate dolci vengono chiamate yam, ma si tratta in realtà di due varietà di tuberi differenti. Lo yam è una fonte di vitamine, carboidrati e proteine molto importante per le popolazioni dei Paesi in via di sviluppo. Il suo contenuto proteico è più elevato rispetto alle comuni patate e rappresenta circa il 2% del peso del prodotto fresco.

Leggi anche: Yam: proprietà e utilizzi dell’igname

yam igname

4) Taro

Il taro (Colocasia esculenta) è una pianta da cui si ricavano gli omonimi tuberi commestibili che ricordano le patate. La sua coltivazione è diffusa nelle zone tropicali di tutto il mondo e il suo consumo è alla base della dieta di molte popolazioni asiatiche, africane e sudamericane. Di solito il taro viene lessato o fritto. Ha proprietà nutrizionali che lo accomunano alle patate, ma con alcune differenze: contiene più calcio e il doppio del ferro. Il taro non può essere consumato crudo, perché risulta tossico per il nostro organismo e provoca bruciori a livello della bocca. Se ci pensiamo bene, nemmeno le patate comuni possono essere mangiate crude. Il taro è ricco di vitamina del gruppo B, potassio e amido. Una volta cotto, è un tubero molto digeribile.

taro

5) Topinambur

Il topinambur (Helianthus tuberosus) è noto anche con il nome di rapa tedesca o di carciofo di Gerusalemme. Si tratta di un tubero dal sapore delicato. È anche considerato un sostituto delle comuni patate adatto ai diabetici, dato che aiuta a tenere sotto controllo la glicemia. A differenza delle patate, può essere consumato anche crudo. In ogni caso il topinambur si può cuocere al forno o in padella. È ritenuto un tubero dietetico adatto a chi segue un regime alimentare con restrizione calorica. Aiuta a contrastare la ritenzione idrica ed è una fonte di sali minerali come fosforo, rame, magnesio e ferro.

topinambur

Leggi anche: 10 ricette a base di topinambur

Quali di questi tuberi avete già assaggiato?

Marta Albè

Leggi anche:

Non solo patate! 12 tuberi e radici salutari da introdurre nella nostra dieta
10 ricette stuzzicanti con le patate
Patate al forno: ricette per farle croccanti, gratinate o ripiene