fare maturare frutta e verdura

Per seguire un’alimentazione sana e varia dovremmo portare in tavola frutta e verdura ogni giorno seguendone la stagionalità. Ma come fare per capire quando la frutta e la verdura sono davvero mature e come fare per farle maturare al meglio?

Sia che acquistiamo la frutta e la verdura al mercato, al supermercato o dal contadino, sia che abbiamo la possibilità di raccoglierla, non sempre quando vogliamo utilizzarla ha raggiunto il corretto punto di maturazione.

Alcune indicazioni sulla conservazione della frutta sono ovvie: meglio riporre la frutta e la verdura in un luogo fresco o in frigorifero se vogliamo prolungarne la durata, dato che a temperature miti potrebbe maturare più rapidamente.

Non per tutte le tipologie di frutta e di verdura, però, valgono le stesse regole. È dunque interessante conoscere alcune strategie per portare frutta e verdura al corretto punto di maturazione e per consumarle al momento giusto.

Pere

Posizionate le pere a temperatura ambiente per farle maturare. Sono mature quando toccandole le sentirete leggermente morbide. Le potrete conservare in frigorifero quando non sono ancora mature e trasferirle poi fuori dal frigo per farle maturare.

Fragole e frutti di bosco

Per quanto riguarda la maturazione delle fragole non dovrebbero esserci problemi, dato che di solito arrivano sulle nostre tavole quando sono già mature, così come i frutti di bosco (è poi inutile raccogliere le fragole quando sono ancora acerbe). Per fare in modo che durino più a lungo, potete conservare fragole e frutti di bosco in frigo per due o tre giorni prima di consumarli. Lavateli solo prima del consumo.

Agrumi

Potete conservare gli agrumi – arance, limoni, mandarini... - a temperatura ambiente o in frigorifero, per regolare il punto di maturazione. Di solito questi frutti tollerano bene sia il caldo che il freddo e la loro maturazione è già corretta quando li portiamo in tavola. Comunque possiamo evitare che diventino presto troppo maturi conservandoli in frigorifero.

Avocado

Conservate l’avocado a temperatura ambiente. Lasciatelo a questa temperatura fino a quando avrà raggiunto il punto di maturazione. Di solito la maturazione è al punto giusto quando iniziano a comparire alcune macchioline scure sulla buccia e quando l'avocado si ammorbidisce al tatto. Lo potrete mettere in frigorifero per velocizzare la maturazione o per mantenerla.

Peperoni, cetrioli e zucchine

Conservate peperoni, cetrioli e zucchine nella parte meno fredda del frigorifero o comunque nei cassetti per la frutta e la verdura se volete che maturino ma non troppo in fretta per averli a portata di mano per qualche giorno in più. La stessa regola vale per gli altri ortaggi, come le melanzane e i pomodori.

Cavoli e insalate

Di solito quando cavoli, verze e insalate arrivano sulle nostre tavole sono già pronti per essere consumati. Come farli durare di più? Conservateli in frigorifero e lavateli soltanto poco prima del consumo. Infatti le foglie umide rischiano di marcire anche se le riporrete in frigorifero.

Banane

Se le banane sono ancora troppo acerbe ma vorreste gustarle al più presto, conservatele a temperatura ambiente e non in frigorifero. Tra le banane o nello stesso cestino per la frutta posizionate qualche mela per accelerare la maturazione.

Cachi

I cachi maturano molto in fretta a temperatura ambiente. Quindi se volete dei cachi maturi molto presto a portata di mano, conservateli nel luogo più tiepido della casa, mentre per rallentare la maturazione dovreste riporli in frigorifero.

Kiwi

Se avete l’occasione di raccogliere dei kiwi, cercate di scegliere frutti che non siano ancora troppo acerbi. Infatti la maturazione dei kiwi una volta raccolti è piuttosto lenta. Comunque provate a conservarli a temperatura ambiente insieme a qualche mela per farli maturare più in fretta.

Ciliegie

Quando le ciliegie saranno di stagione, tenete conto di questo consiglio, soprattutto se ne potrete raccogliere in quantità: per evitare che la maturazione delle ciliegie sia troppo veloce, non lavatele fino al momento del consumo. Le potrete conservare a temperatura ambiente se non sono ancora molto mature o in frigorifero in modo che si mantengano più a lungo.

Fichi

I fichi continuano a maturare una volta raccolti dall’albero. Dunque se ne avete molti a disposizione e volete rallentare la maturazione, conservateli in frigorifero. Se invece volete una maturazione più rapida, riponete i fichi a temperatura ambiente.

Mele e patate

Le mele e le patate si conservano a lungo a temperatura ambiente disposte in cassette di legno. Le patate vanno conservate al buio in modo che non germoglino. Le mele si possono conservare sia a temperatura ambiente che in frigorifero. Posizionate le mele a temperatura ambiente vicino alla frutta che vorreste fare maturare più in fretta.

Marta Albè

Fonte foto: California Figs

Leggi anche:

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog