Sostanza tossica nell’uva sultanina: ritirata dagli scaffali di Lazio, Umbria e Toscana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Attenzione all’uva sultanina, potrebbe contenere una micotossina pericolosa per la salute, ovvero l’ocratossina che può avere effetti tossici sull’organismo.

Per questo motivo, l’azienda Corso Fruit Srl di Canepina ha ritirato dal mercato alcuni lotti commercializzati nel Lazio, Umbria e Toscana.

Nello specifico, il ritiro dagli scaffali interessa delle confezioni di uvetta importate dall’Iran e distribuite nel centro Italia.

Il richiamo riguarda i seguenti lotti: 1240-0717 | 1272-0717 | 1290-0717 | 1301-0717 | 1374-0817 | 1387-0817 | 1435-0817 | 1475-0817 | 1628-0917 | 1629-0917 | 1630-0917 | 5105.

“Abbiamo provveduto al ritiro dal commercio di alcuni lotti di un prodotto Uva Sultanina confezioni gr 250-1 kg -10 kg a seguito di segnalazione da parte del fornitore di materia prima per presenza di contaminazione da Ocratossina”, si legge sul sito dell’azienda.

allerta uva sultanina

Ricordiamo che l’ocratossina è una micotossina pericolosa che può avere effetti tossici se ingerita.

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook