Uova contaminate: in Europa dopo il Fipronil è allarme per un altro antibiotico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Uova al Lasalocid. Se l’estate scorsa al suon di Fipronil non vi è bastata, ecco che arriva tuonando un’altra minaccia: quella di un antibiotico presente nelle uova di alcuni paesi europei probabilmente usato illegalmente.

Il suo nome è, per l’appunto, Lasalocid e, a causa di una sua massiccia presenza, milioni di uova contaminate sarebbero state ritirate dai supermercati e dai magazzini in Germania, Paesi Bassi e Polonia.

Dopo il Fipronil, dunque, che l’anno scorso ha riempito le pagine dei giornali non lasciando l’Italia immune dalla questione contaminazione, ora è la volta di antibiotici che, sappiamo, sono largamente usati nei capi d’allevamento destinati alla produzione di carne. Ma ciò non dovrebbe accadere per le galline ovaiole.

Tuttavia, in Germania, Paesi Bassi e Polonia sono state rilevate milioni di uova contaminate dall’antibiotico Lasalocid. Nei giorni scorsi, il servizio veterinario polacco ha richiamato più di 4milioni di uova tutte infettate dal Lasalocid, adducendo il tutto a un “semplice errore”.

Speriamo solo che, come l’anno scorso, la situazione non precipiti e non lasci cadere anche il nostro Paese nella “paura” delle uova contaminate. In ogni caso, ricordate sempre di leggere le etichette anche al momento dell’acquisto delle uova.

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook