©Tyson

Scoppia un’epidemia di listeriosi per colpa dei surgelati di pollo: richiamati decine di prodotti negli Usa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Già dopo il 4 luglio, Tyson aveva richiamato chili e chili di pollo congelato per alcuni casi di listeriosi. Ora, la multinazionale del pollo in tutte le forme sta ritirando dal mercato altri 30 prodotti a base di pollo dopo che un’epidemia di intossicazione alimentare ha causato almeno un decesso.

Accade negli Stati Uniti, dove il richiamo riguarda prodotti a base di pollo surgelati precotti, ompresi pollo a cubetti, strisce di pollo, ali di pollo, pollo sfilacciato e pizza al pollo. Quasi tutti gli articoli erano in vendita con il marchio Tyson, ma l’appello include anche prodotti di altri marchi che contengono pollo prodotto da Tyson.

Il servizio di ispezione e sicurezza alimentare (FSIS, Food Safety and Inspection Service) del Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti (USDA) ha avviato un’indagine dopo che due casi di intossicazione alimentare, in particolare listeriosi, sono stati portati all’attenzione dell’agenzia all’inizio di giugno. Da allora, è stato segnalato un ulteriore caso. Pare, infine, che tutti e tre abbiano mangiato cibo servito negli ospedali o nelle strutture di assistenza a lungo termine.

Gli investigatori hanno collegato i casi di listeriosi ai prodotti a base di pollo congelato Tyson attraverso test di laboratorio. Il ceppo di Listeria monocytogenes trovato negli individui infetti era strettamente correlato a un ceppo di listeria trovato su due campioni di pollo congelato Tyson che sono stati testati durante la raccolta di campioni di routine da parte dell’FSIS.

Sebbene la maggior parte delle persone che contraggono la listeria ha sintomi lievi, come febbre e diarrea, e guarirà senza cure mediche specifiche, l’infezione batterica rappresenta più una minaccia per alcune persone: donne in gravidanza, neonati, adulti di età superiore ai 65 anni e persone con sistema immunitario indebolito. Questi individui hanno maggiori probabilità di sviluppare sintomi gravi e listeria invasiva. 

I prodotti Tyson richiamati negli States non sono presenti negli scaffali italiani. Ma come possiamo salvaguardare la nostra salute se acquistiamo prodotti congelati? Tenete a mente alcuni punti fondamentali: 

  • una volta acquistato il prodotto, fate attenzione ad non esporlo il prodotto a temperature elevate per tempi prolungati. Magari usate buste isolanti nel trasferimento dal punto vendita a casa
  • nel momento dell’utilizzo, è sempre bene rispettare le istruzioni per l’uso fornite in etichetta dal produttore. Spesso il prodotto non deve essere scongelato e poi cucinato, ma direttamente posto in acqua o in olio o, se si tratta di un prodotto che non necessita di ulteriore cottura, direttamente nella pentola o in forno. Leggete  le etichette!

Fonte: Tyson / FSIS

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook