Bimba di 2 anni trova topo morto tra i cioccolatini del calendario dell’avvento Milka

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un topo morto dietro la finestrella del calendario dell’Avvento del cioccolato Milka. Macabra sorpresa per una bimba francese di due anni.

Molto amato anche in Francia, il calendario dell’Avvento è una presenza immancabile del periodo delle feste. Ne esistono numerosi tipi, dal classico coi cioccolatini come quello Milka a quelli autoprodotti. Ma il calendario con la “sorpresa” del topo è (per fortuna) più unico che raro.

Mya di due anni, insieme alla mamma Priscilla stava aprendo la finestrella del 14 dicembre quando la donna ha sentito una puzza terribile, accompagnata da un ritrovamento difficile da digerire anche per uno stomaco forte: un topo morto è apparso nella scatola di cioccolato Milka.

Il calendario Milka è stato acquistato nel negozio Intermarché di Béziers (la famiglia vive a Causses-et-Veyran), ma secondo la donna l’animale doveva essere lì dalla produzione in fabbrica:

“Penso che abbia iniziato a mordicchiare il cioccolato in fabbrica ed è rimasto intrappolato al momento dell’assemblaggio del calendario. Era incastrato tra il cartone e la plastica”.

Priscilla ha contattato il servizio clienti di Milka che le ha chiesto di inviare prove, incluse le foto.

Ancora più assurdo, la donna deve anche tenere il calendario con il topo ancora in posizione “in un sacco della spazzatura, nel congelatore!“.

Due giorni prima aveva scoperto un cioccolatino bucato dall’interno e lo aveva mostrato al marito ma nulla lasciava supporre la presenza di un topo.

Purtroppo la piccola Mya aveva già mangiato 13 cioccolatini. La mamma preoccupata, ha contattato la pediatra e il centro antiveleni:

“L’urina di topo può essere pericolosa, ci è stato detto di monitorare la bambina nei prossimi giorni” dice.

La famiglia ha presentato una denuncia alla compagnia Milka.

Una sorpresa di cui avrebbero volentieri fatto a meno.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook