Sequestrati nel salernitano 7.000 vasetti di miele per false etichette

miele sequestri

7mila vasetti di miele, per un totale di 36 quintali, sono stati sequestrati in una ditta di distribuzione a Battipaglia, in provincia di Salerno. La merce era già pronta a essere messa sul mercato, pur essendo priva di etichette riportanti le indicazioni obbligatorie

Il Reparto Carabinieri Tutela Agroalimentare di Salerno ha nella fattispecie confiscato 7.164 barattoli di miele per un valore commerciale di 50mila euro.

Dai controlli è venuto fuori che i prodotti erano stati confezionati in violazione della normativa di settore, perché avevano sì le etichette, ma del tutto prive delle informazioni obbligatorie. Su di esse erano solo riportate indicazioni fallaci.

L’etichettatura del miele

Sull’etichetta del miele devono essere necessariamente riportate:

  • la denominazione
  • il peso netto
  •  il nome o la ragione sociale o del produttore, o del confezionatore o di un venditore stabilito nella Comunità Europea
  • la sede dell’azienda o lo stabilimento
  • il numero di lotto
  • il Paese di origine del prodotto
  • il termine preferibile di consumo

Per la vendita al dettaglio il miele deve essere immesso nel mercato in contenitori chiusi ed etichettato secondo la norma. Il contenuto della confezione non deve poter essere modificato senza che essa sia aperta o alterata (art. 2 Regolamento (ue) n. 1169/2011).

A tale scopo può essere utile il sigillo di garanzia che è in  grado di tutelare il consumatore ed il produttore da eventuali manipolazioni.

Leggi anche:

Germana Carillo

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

tuvali
seguici su Facebook