Semi di sesamo bio contaminati da ossido di etilene, ancora un richiamo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ancora ossido di etilene nei semi di sesamo. A lanciare l’allarme è stato il Ministero della salute che nella sezione dedicata agli avvisi di sicurezza dei produttori, ha segnalato un nuovo prodotto contaminato dal pericoloso pesticida.

Va avanti ormai da un anno questa invasione di alimenti contenenti ossido di etilene al di sopra dei limiti di legge. Questa volta è toccato ai semi di sesamo biologici del marchio Sarchio. Commercializzati in buste da 180 gr, sono prodotti presso lo stabilimento di Carpi (MO).

Desta scalpore il fatto che tale contaminazione sia davvero capillare, non risparmiando neanche i prodotti bio come questo appena ritirato.

Secondo quanto si legge nell’avviso ministeriale, il lotto coinvolto è il n° 204431, con data di scadenza 31/7/2022. Se avete acquistato questi semi, controllate il lotto e se coincide con quello ritirato riportatelo indietro per ottenere un cambio o il rimborso.

Per leggere l’avviso di sicurezza clicca qui

Fonti di riferimento: Ministero della salute

LEGGI anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook