Ritiro carne e salsiccia per listeria e salmonella

richiamo carni

Nuove allerte alimentari da parte del Ministero della Salute. Due tipologie di carne sono state ritirate perché contaminate da Listeria Monocytogenes e Salmonella.

Ancora allarmi per carni ritenute pericolose per la salute umana. In alcuni lotti sono stati rilevati due diversi batteri che potrebbero causare problemi gastrointestinali.

Il primo richiamo riguarda la tartare di bovino adulto commercializzata da Lidl e prodotta da Rosso Spa presso lo stabilimento di Via Traves 43 a Torino. In questo caso, il lotto ritirato è il n° 1071215 nel formato da 200 grammi con data di scadenza 13/06/19.

Secondo quanto segnalato nella lista degli Avvisi di sicurezza del Ministero, è stata rilevata una

“non conformità microbiologica (Presenza di Listeria monocytogenes su una unità campionaria, <10ufc/g)”.

tartare lidl

Il secondo richiamo riguarda invece la salsiccia di FMB lavorazione carni, in via Trieste a Calci (PI). Si tratta di un prodotto sfuso, caratterizzato da numero di lotto 33491 e data di scadenza 26/06/2019. Il ritiro è dovuto alla presenza del batterio della salmonella.

allerta salsiccia

In entrambi i casi, se sono stati acquistati questi lotti bisogna evitare di consumare la carne perché potrebbe causare intossicazione alimentare.

La Listeria si presenta con diversi sintomi: da quelli più lievi come nausea, vomito o diarrea a complicazioni più gravi. I rischi maggiori riguardano donne in gravidanza, anziani e immunodepressi.

Stessa cosa vale per la salmonella, che può presentarsi con febbre, crampi all’addome, nausea e vomito ma anche sangue nelle feci e può dare complicanze in gravidanza.

Per le ultime allerte alimentari, leggi anche:

Francesca Mancuso

Coop

Dopo uva, meloni e ciliegie, anche le clementine dicono addio al glifosato

Ecotyre

Da Gomma a Gomma: lo pneumatico verde tutto italiano realizzato con materiali riciclati

Schar

12 ricette senza glutine dall’antipasto al dolce

tuvali
seguici su Facebook