Ritirata birra biologica etichettata come analcolica che conteneva in realtà 4,7% di alcol. Marca e lotto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il birrificio tedesco Lammsbräu ha commesso un grave errore mettendo in commercio un lotto di birre biologiche analcoliche che in realtà contenevano alcool.

L’errore sarebbe dovuto a un guasto tecnico della macchina etichettatrice: sulle bottiglie è stata infatti apposta l’etichetta che reca la scritta “analcolico”, mentre sul retro e sul collo delle bottiglie l’etichetta riporta l’informazione corretta indicando un tasso alcolico del 4,7%.

La pericolosa svista potrebbe avere ripercussioni importanti soprattutto per le donne in gravidanza,  per gli astemi e per le persone che non devono consumare alcool, pertanto per precauzione il birrificio ha chiesto ai rivenditori di restituire tutte le bottiglie interessate e ha fermato la distribuzione di quelle presenti nei magazzini dell’azienda.

Le birre biologiche Lammsbräu sono vendute anche in Italia dalla famosa catena Naturasì: chi le avesse acquistate può controllare in etichetta se si tratta dei prodotti ritirati.

Le birre richiamate hanno scadenza 28/02/2020 e sono riconoscibili dal numero di lotto EAN 40 12852 001056.

Chi avesse già acquistato le bottiglie interessate può restituirle presso il punto vendita, che provvederà a rimborsare i prodotti anche se non si è in possesso dello scontrino.

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook