Latte non conforme nel parmigiano Dop: sequestrate centinaia di forme di formaggio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Parmigiano reggiano Dop è un prodotto di qualità del nostro territorio che deve seguire un preciso Disciplinare di produzione. Non è avvenuto questo per 196 forme di formaggio a pasta dura che sono state sequestrate a causa dell’utilizzo di latte non conforme.

Secondo la normativa relativa alla produzione di Parmigiano reggiano Dop, le bovine da latte che provengono da altre filiere possono essere introdotte nel circuito tutelato del Parmigiano Dop a patto che il loro latte sia utilizzato solo dopo 4 mesi dall’arrivo nella nuova azienda. Ciò è importante per far sì che si abbia il tempo di adeguare l’alimentazione dei nuovi capi alle regole della certificazione Dop.

Questo procedimento non è stato rispettato e perciò i carabinieri del reparto tutela agroalimentare (R.A.C.) di Parma, in collaborazione con gli ispettori dell’organismo di certificazione del Dop, hanno messo sotto sequestro i formaggi a pasta dura prodotti in maniera illecita con latte non conforme.

Si tratta di un totale di 76 quintali di Parmigiano reggiano che riportava sulla superficie laterale i segni distintivi della denominazione Dop e per il quale sono stati utilizzati ben 100mila kg di latte non conforme. Il valore complessivo del sequestro è di 69mila euro.

Oltre a questo, sono stati contestati illeciti amministrativi per un totale di 4mila euro alle due aziende produttrici delle province di Parma e Reggio Emilia che avevano prodotto il formaggio in maniera non conforme al Disciplinare.

A tutela del consumatore e per dovere di trasparenza, avremmo voluto vedere pubblicati anche i nomi delle aziende e dei prodotti coinvolti, inclusa l’informazione sulla distribuzione di questi prodotti per la vendita.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook