Nestlé ritira latte in polvere Guigoz contaminato da Enterobacter, venduto online 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Via dagli scaffali delle farmacie il latte Nestlé Guigoz. È la stessa società, in Francia, ad averne ritirato un lotto a causa di un errore nella commercializzazione. Si trattava infatti di prodotti non destinati alla vendita, frutto di test industriali, finiti per sbaglio nella rete di distribuzione delle farmacie.

Il latte è acquistabile anche online per questo è bene fare attenzione se di recente è stato acquistato via web. Si tratta del latte in polvere “Guigoz 1a formula 800g addensato” contraddistinto dal numero di lotto 8075080624.

A scopo precauzionale, Nestlé ha ritirato 38 confezioni, sottolineando che all’interno potrebbe essere presente il batterio Enterobacter.

Chi lo avesse acquistato può notare anche delle differenze nel confezionamento. Il logo Guigoz appare infatti bianco-grigio invece del classico rosso, il manuale utente non è leggibile e all’apertura della scatola manca il misurino.

Dal canto suo Nestlè rassicura sostenendo che non sono stati segnalati casi di infezione da Enterobacter, ma in caso di febbre persistente nei bambini entro 15 giorni dal consumo di questo prodotto, è bene farlo presente al proprio medico.

richiamo latte screen

“Nonostante l’implementazione di procedure molto specifiche, queste scatole di prodotti di test industriali non destinati alla commercializzazione sono stati erroneamente integrati nella rete di distribuzione delle farmacie. Queste confezioni sono ritirate dalla vendita a causa del sospetto di contaminazione da Enterobacter. Invitiamo i consumatori in possesso di scatole di questo lotto a non usarle, e riportarle in farmacia, sia che siano nuove o usate”.

Nestlè ha attivato anche un numero verde da contattare per avere ulteriori informazioni: (+33) 0800 223 242

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook