Coop ritira minestrone: glutine non dichiarato in etichetta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Possibili residui di pasta e di conseguenza glutine non dichiarato in etichetta. Per questo Coop è stata costretta a ritirare dagli scaffali dei propri punti vendita il minestrone fresco di verdure.

Il consumo da parte di persone con celiachia potrebbe essere pericoloso. A scopo precauzionale, Coop ha già ritirato il minestrone dalla vendita ma alcune confezioni potrebbero comunque essere state vendute.

In particolare, il prodotto richiamato è il Minestrone fresco di verdure a marchio Coop da 600 gr con data di scadenza 15 aprile 2018.

Il minestrone potrebbe contenere residui di pasta contenente glutine derivanti da una lavorazione precedente.

Invitiamo i Consumatori allergici che l’avessero acquistato a non utilizzare il prodotto e restituirlo al punto vendita per il rimborso. L’allerta e il richiamo riguardano le sole Unicoop Firenze, Unicoop Tirreno, Alleanza 3.0 e Coop Centro Italia” spiega Coop sul proprio sito.

coop minestrone schermata

Chi non è celiaco potrebbe consumarlo senza conseguenze visto che il problema riguarda solo il consumo da parte di chi è intollerante al glutine.

Per eventuali informazioni è possibile contattare il Numero Verde: 800-805580

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook