Ritirata farina di cocco bio, all’interno frammenti metallici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Frammenti metallici nella farina di cocco biologica. Il Ministero della salute ha richiamato due prodotti commercializzati da Naturasì perché il loro consumo potrebbe causare dei rischi.

Il produttore è lo stesso, Stella Food, con sede a Rivalta di Torino. Le farine di cocco ritirate invece appartengono a due marchi differenti, Fior di Loto e Baule volante.

Il primo è “Baule Volante” commercializzato da Naturasì. In questo caso, il richiamo riguarda il lotto da 375gr con data di scadenza 05/10/2019.

allerta farina di cocco

Il secondo prodotto è del marchio Fior di Loto, nel formato da 500 gr e con data di scadenza 22/06/2019.

farina di cocco 2

Per entrambi il Ministero ha segnalato la possibile presenza di corpi metallici all’interno delle confezioni. Per questo ne è stato disposto il ritiro.

“Si raccomanda ai consumatori di controllare il prodotto acquistato e le scorte in casa e se appartenenti al lotto richiamato, di non consumarlo e di riportarlo al proprio negoziante che provvederà a sostituirlo o rimborsarlo oltre che a chiarire eventuali dubbi” si legge nella nota ufficiale.

Controllate i lotti.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook