Ritiro fagiolini surgelati: sono contaminati da una pianta velenosa. MARCHIO E LOTTI

Fagiolini stramonio

Fagiolini finissimi surgelati contaminati da stramonio, una pianta altamente velenosa appartenente alla famiglia delle Solanacee. Il Ministero della salute ne ha richiamati due lotti, commercializzati da Eurospin, perché potenzialmente pericolosi per la salute.

I fagiolini surgelati oggetto di richiamo sono stati prodotti in Francia da Greenyard Frozen France Sas e sono stati commercializzati in Italia da Eurospin col marchio Delizie del sole.

Il prodotto in particolare proviene dallo stabilimento nella zona artigianale di Le Barderff, a Moréac, in Francia.

I lotti coinvolti dal richiamo sono due: 9043M e 9043MX. Al loro interno potrebbe essere presente “materiale vegetale estraneo” come si legge nella nota ministeriale.

Si tratta della Datura, una pianta molto velenosa perché in essa è presente una elevata concentrazione di potenti alcaloidi, in particolare la scopolamina. E’ nota anche come erba del diavolo o erba delle streghe per i suoi effetti narcotici, sedativi e allucinogeni.

richiamo fagiolini screen

Essa è potenzialmente tossica per il sistema nervoso centrale e periferico. Può provocare disturbi delle funzioni degli organi di senso, tremori, ipertermia, eccitazione, ansia, allucinazioni, convulsioni ma anche coma e blocchi parziali o totali dei muscoli legati alla respirazione.

Se avere acquistato questi fagiolini, controllate il lotto ed evitate di consumarli.

Anche in Francia nei giorni scorsi erano stati richiamati per lo stesso motivo 10 lotti di fagiolini surgelati appartenenti a vari marchi tra cui Notre Jardin D’aucy, Cuisine de France, Carrefour. Il fornitore è ancora Greenyard Frozen France.

Sempre Greenyard nel 2018 aveva fatto parlare si se per la diffusione di verdure surgelate contaminate da Listeria monocytogenes. L’epidemia aveva colpito 47 persone tra Austria, Danimarca, Finlandia, Svezia e Regno Unito, con 9 morti.

In seguito, era stato accertato che l’origine della contaminazione proveniva dallo stabilimento di Baja, in Ungheria. Per questo fu avviato un richiamo di massa degli alimenti surgelati prodotti lì.

Per le ultime allerte alimentari, leggi anche:

Francesca Mancuso

Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Seguici su Instagram
seguici su Facebook