Richiamo di massa in tutta Europa: Camembert a rischio per escherichia coli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Batteri fecali in un noto formaggio francese venduto in tutta Europa. Il Rasff, il sistema europeo di allerta alimentare, ha segnalato che il Camembert de Normandie prodotto dalla società francese Fromagerie du Plessis è contaminato dall’escheria coli, responsabile della produzione della tossina shigatoxin.

Il formaggio è già stato ritirato dal mercato visto che potrebbe essere pericoloso per la salute umana. Purtroppo è stato venduto in tutta Europa. I paesi coinvolti, oltre all’Italia, sono: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svizzera, Regno Unito.

In più, è stato commercializzato in altri paesi al di fuori del Vecchio Continente: Honk Kong, Mauritius, Qatar, Thailandia ed Emirati Arabi. Un’allerta che riguarda dunque tanti stati.

Secondo quanto riportato dal Rasff e dalle analisi effettuate, è emersa una elevata presenza di e.coli e anche della pericolosa tossina shigatoxin di tipo stx1+, stx2+, eae+ nei valori di /25g, prodotta dal batterio.

Ecco qual è il prodotto in cui è stata rilevata la presenza:

Nome: Camembert de Normandie AOP 250g – Camembert Excellence AOP 250g

N. di lotto: 260218

Date di scadenza: 29/04/2018; 2018/05/02; 2018/05/05

Codice di identità: FR14608001CE

L’azienda produttrice ha messo a disposizione un numero di telefono 0033624491912 per le informazioni sul caso.

allerta camembert

Quali possono essere le conseguenze legate al consumo di questo formaggio?

Da 2 a 7 giorni dopo l’ingestione del prodotto contaminato, potrebbero apparire disturbi gastrointestinali accompagnati in alcuni casi da sanguinamento e febbre. Inoltre, è possibile anche la comparsa di gravi complicazioni renali, specialmente nei bambini.

Se avete acquistato questo prodotto non consumatelo e riportatelo indietro per ottenere un rimborso.

Le persone che hanno consumato il formaggio e presentano i sintomi sopra descritti sono invitati a consultare il proprio medico” si legge nella nota ufficiale.

Non si tratta dell’unico prodotto ritirato. Il Ministero della salute ha richiamato anche l’insaccato crudo affumicato Kaminwurzen del marchio “Sarnerspeck des Stauder Johann Stofnerhof” a causa del superamento dei limiti IPA e benzoApirene. Si tratta del lotto 12 con date di confezionamento dal 06 al 24/04/2018 e data di scadenza 24/07/2018.

insaccato

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook