muffa grano

Grano duro proveniente dal Kazakistan viene fermato a Pozzallo in Sicilia. La merce presentava muffa, per questo è stata respinta.

Una cattiva notizia accompagnata da una buona. La cattiva è che in Italia arriva grano tutt'altro che salutare, ma questo lo sapevamo già.

La buona è che finalmente qualcosa si muove e i controlli iniziano a funzionare. Anche se non basta.

Su direttiva dell'assessore regionale all'Agricoltura, Edy Bandiera, il Nucleo operativo del Corpo forestale in collaborazione con gli ispettori del servizio fitosanitario regionale e il personale della sanità marittima hanno eseguito un accertamento al porto di Pozzallo, in provincia di Ragusa, su una nave proveniente dal Kazakistan, che trasportava 5mila tonnellate di grano duro.

A seguito dei controlli, è emerso che il carico presentava grosse chiazze di umido e muffa. Per questo non è risultato idoneo per l'alimentazione umana. Il Corpo forestale e gli ispettori fitosanitari hanno eseguito il prelievo di campioni, che saranno trasmessi all'Istituto zooprofilattico di Palermo per le analisi chimico-fisiche.

Ecco com'è parte del grano di importazione che arriva in Italia e che poi viene utilizzato per produrre pasta, pane e altri alimenti che finiscono sulle nostre tavole.

Purtroppo non sappiamo a chi fosse destinato il grano kazako. Ci sarebbe piaciuto conoscere il nome del committente, ma per ora si sa solo che era destinato al mulino Rocca Salva.

Eppure, l'Italia, e in particolare la Sicilia, produce ottimo grano. Perché importarlo dall'estero, rischiando come in questo caso di consumare un prodotto malsano, ricco di muffa?

Per non parlare di quello contenente glifosato e micotossine.

Intanto il grano Canadese che attracca a Catania viene trasformato in pasta, panini, biscotti.

Ci auguriamo che gli accordi con il Canada non permettano l'ingresso in Italia di grano trattato con pesticidi e antimuffe.

grano muffa 4
 
grano muffa 5
 
grano muffa3

Foto

Una cosa è certa. Siamo noi consumatori a fare la differenza quando scegliamo di comprare italiano. Secondo Coldiretti, un pacco di pasta su 3 in vendita in Italia è prodotto con grano straniero. Il grano da filiera 100% italiana è certamente più sicuro di quello importante perché è controllato dal campo alla tavola.

grano muffa1

Foto

Per questo, nel nostro piccolo, non possiamo che scegliere grani di produzione locale o comunque nazionale.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram