Uova al Fipronil: i casi in Italia

Uova fipronil

Uova contaminate da Fipronil: in Italia risuscita allarme il sequestro avvenuto a Milano di una partita di omelette surgelate commercializzate dalla ditta International Trade Group, prodotte proprio con uova contaminate dal Fipronil, un antiparassitario addizionato a un detergente usato nelle pulizie degli allevamenti di pollame in alcuni Paesi europei (che non risulta utilizzato qui in Italia). In realtà, si tratta di una contaminazione minima, soprattutto in termini di quantità di insetticida rinvenuto.

In ogni caso, la distribuzione, effettuata dalla tedesca Kagerr, riguarda 127 confezioni con scadenza al 16 febbraio 2018, di cui dal 29 giugno scorso 117 sono state vendute ai consumatori. È per questo motivo che l’assessore lombardo alla Sanità Giulio Gallera ammonisceconsigliamo a chi avesse acquistato il prodotto di riconsegnarlo al punto vendita o all’Ats della Città Metropolitana”.

Il caso si aggiunge ai due campioni di uova positivi su 114 individuati in questi giorni anche nelle Marche e nel Lazio.

L’allerta era stata lanciata lo scorso 22 luglio dall’Autorità olandese per la sicurezza alimentare (NVWA), che spiegava che nelle uova era stata trovata una concentrazione di Fipronil troppo alta da poter mettere a rischio la salute pubblica.

Nei Paesi Bassi, sono state bloccate più di 180 aziende produttrici, mentre sono state allertate le autorità per la sicurezza del cibo di Regno Unito, Francia, Svezia e Svizzera, dove le uova sarebbero arrivate o direttamente dai Paesi Bassi o dalla Germania.
Intanto qui in Italia, nell’ultimo comunicato il Ministero della Salute fa sapere che dall’8 agosto, in collaborazione con le autorità sanitarie regionali e i Nas, ha messo in atto misure per la gestione delle tre segnalazioni pervenute tramite il sistema di allerta RASFF che riguardano anche l’Italia (dell’8, 15 e 16 agosto) e posto in essere le procedure per l’identificazione, il blocco e l’eventuale rintraccio della partita.

Sulle uova al Fipronil puoi leggere anche:

In più, dall’11 agosto è stato avviato sul territorio nazionale a titolo precauzionale un piano straordinario di verifiche con campionamento di carni di pollame, uova e prodotti derivati, nonché di prodotti alimentari contenenti uova o derivati, per la ricerca del Fipronil. 

Germana Carillo