Roquefort contaminato

Formaggio contaminato: nel giorno in cui l'Oms ci sottolinea l'importanza di un cibo sicuro e ben conservato, spunta fuori l'allarme salmonella nel Roquefort.

Si tratta di un'allerta alimentare che, dopo Francia, Germania e Spagna, arriva anche in Italia. Anche da noi, infatti, potrebbe essere arrivata una partita di Roquefort marca Papillon, probabilmente contaminata da salmonella.

In particolare, sono stati ritirati tutti i lotti dai punti vendita di tutta Europa, mentre i supermercati hanno messo un cartello per avvisare i clienti. Nello specifico, si tratta del formaggio con scadenza 05.06.2015, prodotto dalla Papillon, 8 Ave de Laures, F-12550 Roquefort/Soulzon (Francia).

Già sotto la luce dei riflettori (ma con altro marchio) l'anno scorso per l'alto contenuto di Eschericha coli ceppo STEC in un lotto, il Roquefort è un formaggio francese (originario di Roquefort-sur-Soulzon, nella Francia centrale), realizzato con il latte di pecora. La sua peculiarità è quella di essere erborinato e di presentare delle venature di colore blu-verde dovute ad un agente che favorisce lo sviluppo di muffe.

roquefortpapillon

La salmonella è un batterio che può causare malattie sia nell'essere umano che negli animali. Nell'uomo si possono avere, anche nel giro di poche ore, malattie gastro-intestinali accompagnate da febbre, vomito, diarrea, nausea e dolori al ventre.

Semmai aveste già consumato il prodotto e riscontrare questi sintomi, il consiglio è di consultare il proprio medico.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Intossicazioni alimentari: come proteggersi dalle malattie portate dai cibi

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram