frutti di bosco surgelati ritirati

Ritorna l'allarme epatite A per i frutti di bosco surgelati. La vicenda aveva avuto inizio lo scorso aprile, con un nuovo picco nel mese di settembre. I ritiri dei lotti di frutti di bosco surgelati si sono susseguiti nel corso degli ultimi mesi, sempre per la stessa ragione, cioè per la presenza del virus dell'epatite A.

L'Istituto Superiore della Sanità parla di una vera e propria epidemia per quanto riguarda l'epatite A causata da frutti di bosco surgelati che risultano contaminati dal virus. Il numero dei casi rilevati è cresciuto, dunque l'epidemia è da considerare tuttora in corso. Il caso più eclatante riguarda un gruppo di seminaristi che lo scorso settembre ha partecipato ad un convegno internazionale presso una comunità religiosa nel Lazio. 9 seminaristi su 60 sono stati colpiti dal virus dell'epatite A dopo aver mangiato dei dolci preparati con dei frutti di bosco surgelati. L'epidemia ha colpito anche persone provenienti dall'estero.

Fino a questo momento, sono stati ritirati almeno 14 lotti di frutti di bosco surgelati, e altri 29 risulterebbero sospetti. Si teme infatti che sul mercato siano presenti dei lotti di frutti di bosco contaminati dal virus ma non ancora identificati. Come fare per mettersi al riparo? Innanzitutto, controllare di non aver acquistato confezioni di frutti di bosco surgelati appartenenti a lotti che sono stati in seguito ritirati.

Lo scorso ottobre le persone colpite da epatite A dopo aver consumato frutti di bosco surgelati erano arrivate a 400. Pare che la diffusione sia da imputare anche ad un comportamento scorretto da parte di alcune aziende, dato dal non aver pubblicato e diffuso la lista dei prodotti ritirati e dunque da non consumare.

Sul sito del ministero della Sanità è consultabile l'elenco aggiornato al 30 settembre e pubbilcato il 14 novembre dei prodotti ritirati dal mercato da giugno ad oggi. A titolo precauzionale sono stati ritirati i seguenti mix di frutti surgelati:

NOME PRODOTTODITTALOTTOSCADENZARITIRO DAL MERCATORICHIAMO DAL MERCATO
2013.694 Presenza virus HVA Misto frutti di bosco “Bosco Reale” gr. 200 Asiago Food Spa 13036 02/2015 SI SI
2013.756 Presenza virus HVA Misto bosco surgelato “Bosco buono” gr. 450 Green Ice Spa 13015
13129
13136
13004
13059
31/12/2014
04/2015
04/2015
12/2014
01/2015
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
2013.757 Presenza virus HVA Frutti di bosco congelati 1 kg Erica Spa 49/13 Fine agosto 2014 SI SI
2013.880 Presenza virus HVA Misto bosco surgelato “Bosco buono” gr. 300 Green Ice Spa 13079 02/2015 SI SI
2013.1229 Presenza virus HVA Cocktail de fruits rouges bio Picard 1.2.3.10.18.04 A3 06/2014 SI SI
2013.1334 Presenza virus HVA La Valle degli orti, gr. 300 Buitoni-Nestlè s1314408880 05/2015 SI SI
2013.1350 Presenza virus HVA More selvatiche congelate, 10 kg Romania 3052 -- Analisi in autocontrollo; prodotto non commercializzato
2013.1403 Presenza virus HVA La Valle degli orti Buitoni-Nestlè 3164088803 05/2015 SI SI

- Frutti di bosco congelati (1000 g), lotto 49/13 (scadenza 08/2014) - prodotto da Erica, San Martino di Lupari (PD)

- Bosco Reale (200 g.), lotto L 13036 scadenza 02/2015 - prodotto da Asiago Food, Veggiano (PD)

- Bosco Buono, lotti L 13015 (450 g, scadenza 12/2014), L 13079 (300 g, scadenza 02/2015), L 13136, L 13129, L 13004, L 13059 (450 g, scadenza 01/2015) - prodotto da Green Ice, Ponte Crenna (PV)

- Cocktail de fruits rouges, lotto 123101804A3 - prodotto da Picard I Surgelati Saronno (VA)

- I Frutti di Bosco, La Valle degli Orti, lotto: S1314408880 (300 g, scadenza 05/2015) e 3164088803 (scadenza 05/2015) - prodotto da Buitoni Nestlé

- Abetone Frutti di bosco lotto: BZ 18913- prodotto da Danti Giampiero & C, Cutigliano (PT)

Come evitare il contagio? Innanzitutto evitando di consumare i prodotti appartenenti ai lotti ritirati eventualmente in nostro possesso. Gli altri frutti di bosco surgelati in commercio sono sicuri? Non possiamo saperlo. Il Ministero della Salute ricorda che non è possibile escludere la presenza sul mercato di altri prodotti contaminati. Consiglia dunque di consumare i frutti di bosco soltanto dopo la cottura, che deve avvenire facendoli bollire a 100°C per almeno 2 minuti. I sintomi principali dell'epatite A sono nausea, febbre e ittero (colorito giallognolo della pelle e degli occhi). In caso di dubbi o malesseri, consultate il medico.

Marta Albè

LEGGI anche:

Frutti di bosco surgelati: aumentano i casi di Epatite A

Epatite A: in Italia un nuovo picco per colpa dei frutti di bosco

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram