Zucchero: il nuovo tabacco, bisogna ridurne il consumo fino al 30%

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La consapevolezza alimentare porta spesso a tristi “scoperte” come quella ormai assodata che un consumo eccessivo di zucchero può portare alla comparsa di diverse malattie tra cui obesità e diabete. Molti di noi si sentono al sicuro, convinti di consumarne poco o niente perché magari non zuccherano il caffè o bevono solo acqua, la realtà però è diversa: questa sostanza si trova nascosta in molti alimenti e bevande e non solo in dolci e bibite gassate come si è soliti pensare.

Tra l’altro dobbiamo far fronte anche al problema di prodotti con etichette poco trasparenti riguardo ai contenuti di zucchero come aveva svelato lo scorso anno in una delle sue indagini Altroconsumo, puntando il dito su 40 prodotti.

A lanciare l’allarme questa volta sono alcuni medici inglesi riuniti in una vera e propria associazione “Action on Sugar”, tra cui il dottor Simon Capewell, professore di epidemiologia clinica presso l’Università di Liverpool, che sostiene che lo zucchero può essere considerato il nuovo tabacco e come tale deve essere affrontato. L’unico modo per arginare la sua eccessiva diffusione e i conseguenti danni è, a detta dei medici, obbligare le grandi multinazionali a diminuire l’utilizzo di questa sostanza fino al 30%.

Dalle ultime statistiche nel Regno Unito sembra che il britannico medio consumi 12 cucchiaini di zucchero al giorno ma alcuni adulti arrivano addirittura a 46. La dose massima raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità è di dieci cucchiaini, anche se molti medici vorrebbero vedere dimezzare questa linea guida. Il problema è appunto che livelli alti di zucchero si trovano presenti in molti alimenti, compresi i prodotti salati e quelli considerati salutari come ad esempio lo yogurt magro, che invece in Inghilterra, dalle indagini portate avanti da Action on Sugar, risulta contenere fino a cinque cucchiaini di zucchero.

Dobbiamo proteggere soprattutto i bambini da questo pericolo per la salute pubblica e l’industria alimentare deve immediatamente ridurre la quantità di zucchero che utilizza, in particolare per gli alimenti dei bambini e smettere di colpire i più piccoli con pubblicità a tappeto di spuntini ipercalorici e bevande analcoliche” ha dichiarato il Dottor Aseem, direttore scientifico del gruppo.

Per farvi “figurare” meglio quanto zucchero si assume attraverso bevande e dolciumi vari vi riportiamo sotto alcune tabelle (tratte da Alimentazione in equilibrio) che segnalano vari alimenti e bevande con affianco il quantitativo di zucchero contenuto. È evidente come sia facile superare la soglia dei 10 cucchiaini al giorno! Meglio allora optare, se possibile, per altri dolcificanti naturali.

Francesca Biagioli

zucchero-tabella1

zuchero tabella2

zucchero tabella3

Leggi anche:

– Lo zucchero? Tossico e dannoso come il fumo e l’alcool

– Zucchero: più dei grassi crea dipendenza e spinge alle abbuffate

Dolcificanti naturali: 10 valide alternative allo zucchero bianco

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook