Yerba Mate, decodificato il genoma: un elisir ricco di antiossidanti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Yerba Mate – pianta originaria dell’America del Sud da cui si ricava la popolare omonima bevanda – ha proprietà antiossidanti, contiene alti livelli di polifenoli che rafforzano le difese naturali dell’organismo e lo proteggono dai danni cellulari. Lo confermano i ricercatori che si sono occupati di decodificarne il genoma.

Questo elisir di lunga vita contiene anche vitamine del gruppo B che sono fondamentali per il nostro metabolismo, per la produzione di energia e di globuli rossi. Tra i sali minerali che presenta la Yerba Mate troviamo magnesio e potassio. Contiene caffeina e teobromina che stimolano il sistema nervoso centrale e che promuovono l’attività mentale. Inoltre il consumo regolare di Yerba Mate aiuta ad abbassare il colesterolo LDL e i trigliceridi.

Un gruppo di ricercatori dello Yerba Mate Genome Sequencing Project ha decodificato quasi tutti i suoi geni. Queste informazioni saranno liberamente accessibili e consentiranno una vasta gamma di studi relativi ai benefici e alla coltivazione della Yerba Mate. Lo ha annunciato il Ministero della Scienza e dell’Innovazione in Argentina. L’iniziativa mira a completare la caratterizzazione del genoma del Ilex paraguariensis, nome scientifico della Yerba Mate.

Leggi anche: YERBA MATE: COSA ACCADE AL CORPO ASSUMENDOLA OGNI GIORNO

yerba mate

Gli stessi ricercatori non sanno fino a che punto potranno arrivare i loro studi nella scoperta di nuove informazioni sulla Yerba Mate, ciò che sappiamo è che ancora una volta la scienza riesce a confermare le caratteristiche di un prodotto i cui benefici sono noti tra la popolazione e nella medicina popolare davvero da molto tempo.

Leggi anche: YERBA MATE: PROPRIETÀ, USI E CONTROINDICAZIONI

yerba mate

Dalla Yerba Mate infatti si prepara il Mate, bevanda tradizionale in Argentina che viene consigliata soprattutto a chi ha bisogno di una spinta energetica in più. La possiamo considerare quasi come l’equivalente del nostro caffè. Per molti infatti si tratta di una bevanda ad uso quotidiano che spesso viene offerta agli ospiti.

Le nuove scoperte potrebbero incoraggiare la crescita della produzione della Yerba Mate e una sua maggiore esportazione al di fuori dell’Argentina. Conoscere meglio il genoma della Yerba Mate infatti permetterà di selezionare le piante più resistenti e dunque più adatte alla coltivazione. Potete trovare la Yerba Mate per preparare il vostro infuso in erboristeria e nei negozi del commercio equo.

Marta Albè

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook