AIOM: 1 tumore su 3 è colpa dell’alimentazione scorretta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’alimentazione scorretta è una delle principali cause dei tumori. Per i ben informati non è di certo una novità. Non tutti forse sanno, però, che la cattiva alimentazione, combinata alla sedentarietà e a stili di vita poco salutari, rappresenta la causa di 1 tumore su 3 nel nostro Paese.

Il problema riguarda tutta l’Italia, comprese le regioni del Sud, che sono considerate la patria della dieta mediterranea. I dati più recenti allarmano, ma forse non stupiscono. Basta pensare a quanto le abitudini alimentari degli italiani siano cambiate negli ultimi 50 anni. Da un’alimentazione contadina, basata soprattutto su cereali, legumi e verdure, siamo passati ad una sovrabbondanza di carni, latticini, prodotti industriali e confezionati, che risultano presenti ogni giorno sulle tavole di molti italiani.

Gli esperti ribadiscono l’importanza della prevenzione, in previsione di un convegno dedicato ad alimentazione, stili di vita e cancro. L’incontro si svolgerà oggi in Puglia ed è patrocinato dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica. Nella sola Puglia, ogni anno, vengono diagnosticati ben 15 mila nuovi casi di tumore.

Come proteggerci dal cancro? I medici raccomandano alcuni piccoli accorgimenti quotidiani per la prevenzione delle neoplasie. Dovremmo imparare a mangiare in modo più sano, ad evitare la sedentarietà ed a modificare in meglio il nostro stile di vita. Un’alimentazione più salutare, a parere degli esperti, ci aiuterebbe ad evitare il 10% dei tumori alla prostata, il 15% dei tumori alla mammella ed il 25% delle neoplasie che colpiscono il colon-retto.

Nel caso del tumore ai polmoni, gli esperti ricordano che il consumo di verdure può risultare molto utile per la prevenzione, ma che l’effetto benefico del loro apporto risulta quasi nullo se chi le consuma regolarmente è un accanito fumatore. I medici raccomandano, infine, porzioni più piccole a tavola e movimento regolare. Per vivere meglio e per prevenire anche le malattie più gravi, dunque, scegliamo un’alimentazione basata su cibi naturali e non dimentichiamo di praticare attività fisica. Iniziamo il cambiamento da subito, senza attendere che ulteriori studi confermino ciò che è già noto da tempo.

Marta Albè

LEGGI anche:

Tumori: 27 alimenti per la prevenzione del cancro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook