Tisana Zenzero e Limone: benefici, quando berla e come prepararla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tisana zenzero e limone, un toccasana in diverse situazioni. Scopriamo tutte le proprietà di questa bevanda e come prepararla al meglio per sfruttare al massimo i benefici che offre al nostro organismo.

Tra le tante varietà di tisane, un posto di primo piano occupa senza dubbio quella a base di zenzero e limone, due ingredienti noti per le loro spiccate proprietà benefiche.

La combinazione di zenzero e limone è un connubio perfetto sia a livello di sapore che di principi attivi. La radice come il frutto hanno infatti potere antinfiammatorio, digestivo, disintossicante e stimolante del sistema immunitario.

Ma scopriamo meglio tutti i benefici racchiusi in questa bevanda.

Tisana zenzero e limone, benefici

Bere una tisana a base di zenzero e limone è un sistema semplice, gustoso ed economico per garantire una serie di vantaggi al nostro organismo:

  • Drenare: il limone ha effetto diuretico e naturalmente unito all’acqua aumenta la sua potenza in questo senso. La tisana ha dunque un ottimo effetto nei confronti della ritenzione idrica.
  • Tenere a bada il senso di fame: tutte le bevande calde hanno effetto saziante ma questa in particolare, grazie alle doti di zenzero e limone, ha una marcia in più. Bevuta tra i due pasti principali aiuta ad arrivare al momento di mettersi in tavola senza avere un appetito esagerato (utile per chi è a dieta).
  • Favorire la digestione: il limone, ma anche lo zenzero, contengono principi attivi digestivi, aiutano dunque il lavoro dello stomaco. La radice di zenzero è ottima poi contro la nausea e l’acidità di stomaco.
  • Sgonfiare la pancia: la combinazione di zenzero e limone è perfetta per favorire l’eliminazione dei gas intestinali. Bere questa tisana con regolarità, dunque, contribuisce ad avere una pancia piatta.
  • Disintossicare: lo zenzero è un ottimo disintossicante, sostiene quindi gli organi emuntori nel loro lavoro di detox nei confronti delle sostanze chimiche e di scarto presenti nel corpo.
  • Migliorare il metabolismo: zenzero e limone insieme aiutano anche a far sì che il metabolismo del corpo funzioni bene e dunque l’organismo sia in grado di bruciare correttamente i grassi evitando l’accumulo di peso.
  • Rafforzare il sistema immunitario: questa tisana può aiutare a rafforzare le naturali difese del nostro corpo che così sarà più pronto a contrastare l’azione di virus e batteri.
  • Prevenire i tumori: i limoni contengono bioflavonoidi che contribuiscono a prevenire la crescita e la diffusione di cellule cancerose. Anche lo zenzero ha proprietà simili.
  • Rallentare l’invecchiamento: sia lo zenzero che il limone sono ricchi di sostanze antiossidanti che contrastano l’azione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.
  • Migliorare la circolazione e contrastare il colesterolo cattivo: i principi attivi, soprattutto quelli contenuti nello zenzero, aiutano la corretta circolazione del sangue e a contrastare il colesterolo cattivo.
  • Tenere a bada la glicemia: gli alti livelli di zinco presenti nello zenzero giocano un ruolo chiave nella secrezione di insulina, sostanza che controlla i livelli di zucchero nel sangue. Questa tisana aiuta dunque a tenere a bada la glicemia.
  • Antistress: sorseggiare con calma questa tisana può essere anche una buona soluzione antistress e aiutare a rilassare corpo e mente.
  • Effetti sulla pelle e capelli: grazie ai principi attivi di zenzero e limone (in particolare antiossidanti e alcune vitamine) questa bevanda riesce ad avere ottimi effetti anche sulla salute di pelle e capelli che risulteranno più sani e lucenti.
tisana zenzero limone miele

Tisana zenzero e limone, come prepararla

La preparazione di questa tisana è davvero semplice e occorrono pochissimi ingredienti:

  • 1 tazza d’ acqua
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco (grattugiato)
  • succo di mezzo limone (o due cucchiai)
  • 1 o 2 cucchiaini di miele (facoltativo, da evitare se si beve la tisana a scopo depurativo)

Per prima cosa fate bollire l’acqua poi, dopo aver lavato e sbucciato la radice di zenzero, grattugiatene un cucchiaino tenendolo in infusione per circa 15 minuti coprendo con un piattino o un coperchio la tazza o il pentolino dove state preparando la tisana. In questo modo i principi attivi dello zenzero avranno tutto il tempo necessario per trasferirsi nel liquido.

Solo quando la bevanda è tiepida, filtrate e aggiungete il succo di limone (se gradite mettete nella tazza anche una fettina di limone appena tagliata). È importante che la bevanda non sia bollente in quanto in questo modo si mantiene intatta la vitamina C contenuta del limone (si tratta infatti di una sostanza termolabile che con il calore tende a degradarsi).

Lo zenzero fresco può essere sostituito eventualmente con quello in polvere anche se in questo modo il sapore della bevanda sarà più blando. Se avete solo questa variante della spezia in casa e non volete comunque rinunciare alla vostra tisana, ricordatevi di dimezzare la dose rispetto allo zenzero fresco, utilizzate dunque per una tazza d’acqua un cucchiaino scarso di polvere.

La tisana è buonissima così com’è ma, se gradite, potete arricchirla e dolcificarla con uno o due cucchiaini di miele, soluzione ottima soprattutto per chi ha mal di gola o tosse ma non ad esempio a chi vuole favorire il detox attraverso l’utilizzo di questa bevanda.

Tisana zenzero e limone fredda per dimagrire?

Questa tisana può essere sorseggiata tiepida oppure, nel periodo estivo, anche fredda dato che gli effetti rivitalizzanti e benefici sono gli stessi.

Può essere un valido sostegno anche per chi è a dieta e ha in programma di perdere qualche chilo. Ricordiamo infatti che questa bevanda, se assunta regolarmente, contrasta la ritenzione idrica, sgonfia la pancia, migliora la digestione e contrasta il senso di fame.

Non resta quindi che prepararne in abbondanza, farla raffreddare (meglio però che non sia proprio fredda di frigorifero) e berne due o tre tazze ogni giorno. Un modo ottimo anche per raggiungere i due litri di acqua consigliati dagli esperti quotidianamente.

Tisana zenzero e limone, varianti

Oltre all’aggiunta di miele, altre varianti per arricchire la vostra tisana di zenzero e limone sono quelle che prevedono l’utilizzo di stevia o di bicarbonato di sodio.

Se si vuole dolcificare la bevanda evitando l’uso del miele, si può scegliere di aggiungere della stevia (soluzione a 0 calorie) mentre se si vuole rendere maggiormente attiva la tisana nei confronti del sistema digestivo si può invece integrare con un pizzico di bicarbonato di sodio che aiuta a contrastare acidità e bruciore di stomaco.

Altre varianti prevedono la possibilità di aggiungere altre erbe e spezie dal potere benefico come:

  • Curcuma (grattugiare insieme allo zenzero anche un pezzettino di questa spezia dal potere disintossicante)
  • Cannella (lasciare in infusione lo zenzero insieme ad un bastoncino di cannella per aumentare il potere drenante della tisana, incrementando anche la sua capacità di tenere a bada la glicemia)
  • Anice stellato (unire allo zenzero una “stella” di anice per donare alla tisana un retrogusto più particolare e aumentare la sua capacità di ridurre il gonfiore addominale).
tisana zenzero limone varianti

Tisana zenzero e limone, quando berla

Sono diverse le situazioni in cui una tisana zenzero e limone potrebbe essere la soluzione. Si possono sperimentarne i benefici ad esempio in caso di:

  • raffreddore
  • influenza
  • tosse e mal di gola
  • dolori addominali
  • nausea
  • digestione difficile
  • ritenzione idrica
  • colesterolo alto
  • gonfiore addominale
  • fame nervosa
  • metabolismo lento
  • dieta
  • detox
  • rilassare corpo e mente

Tisana zenzero e limone, controindicazioni

E’ soprattutto la presenza di zenzero da tenere in considerazione per alcune possibili controindicazioni di questa tisana. La spezia, infatti, potrebbe essere da evitare nel caso si assumano determinati farmaci (soprattutto anticoagulanti) o si soffra di alcune patologie (chiedete consiglio in merito al vostro dottore di fiducia).

Da evitare in gravidanza e allattamento per sicurezza dato che non esistono abbastanza studi in merito. In caso poi di particolare sensibilità a stomaco e intestino è bene valutare la personale reazione alla bevanda e in caso di effetti collaterali orientarsi su altri tipi di tisane.

Ti potrebbe interessare anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook