Tè verde, tutti gli straordinari benefici supportati dalla scienza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il tè verde è molto più di una semplice bevanda, può essere considerato infatti un vero e proprio medicinale naturale. L’avevano già intuito le popolazioni del Giappone che lo utilizzano da secoli,  ma negli ultimi anni le sue proprietà sono state confermate anche da molte ricerche scientifiche che hanno consacrato il tè verde come una delle bevande più salutari del pianeta.

Si può gustare sia caldo (o tiepido) che freddo ed è perfetto per tutte le stagioni. Il tè verde si sposa bene anche con altri ingredienti, ad esempio un po’ di succo di limone che ne amplifica anche gli effetti benefici. A questo proposito leggi anche: Il trucco più semplice del mondo per rendere il tuo tè verde ancora più salutare

La sua preparazione è semplice e immediata: versate uno o due cucchiaini di foglie di tè in una tazza d’acqua bollente, lasciate riposare per cinque minuti, filtrate, lasciate stiepidire e sorseggiate.

Ma torniamo ai tanti benefici di questa bevanda, confermati dalle più recenti ricerche scientifiche. Ecco i principali.

Ricco di antiossidanti

Il tè verde è ricco di antiossidanti polifenolici, inclusa una catechina chiamata Epigallocatechina gallato (EGCG).  Questi antiossidanti possono avere diversi effetti benefici sulla salute, tra cui ridurre l’infiammazione e aiutare a combattere il cancro.

L’azione degli antiossidanti è particolarmente utile a ridurre la formazione di radicali liberi nel corpo, proteggendo le cellule dai danni causati da queste molecole che svolgono un ruolo nell’invecchiamento e in molti tipi di malattie.

L’EGCG è uno dei composti più potenti del tè verde e una ricerca ha mostrato le sua capacità di aiutare a tenere a bada varie malattie, tra cui quelle cardiovascolari e metaboliche.

Leggi anche: Te’ verde: un naturale concentrato di antiossidanti

Migliora le funzioni cerebrali

Il tè verde contiene meno caffeina del caffè ma abbastanza da produrre un certo effetto stimolante senza però avere ripercussioni sul sistema nervoso (spesso associate all’assunzione di troppa caffeina).

Studi hanno mostrato che la caffeina agisce sul cervello bloccando un neurotrasmettitore inibitorio chiamato adenosina. In questo modo, aumenta l’attivazione dei neuroni e la concentrazione di neurotrasmettitori come la dopamina e la norepinefrina.

La ricerca ha costantemente dimostrato che la caffeina può migliorare vari aspetti della funzione cerebrale, tra cui umore, vigilanza, tempo di reazione e memoria.

Il tè verde contiene anche l’aminoacido L-teanina, che può lavorare in sinergia con la caffeina per migliorare la funzione cerebrale, come hanno dimostrato alcune ricerche.

Non a caso, molte persone riferiscono di avere un’energia più stabile e di essere molto più produttive quando bevono tè verde piuttosto che caffè.

Aumenta la combustione dei grassi

Il tè verde è considerato un alleato benefico contro l’obesità e i chili di troppo. Se guardiamo l’elenco degli ingredienti di molti integratori cosiddetti “brucia grassi” potremmo notare che spesso è presente proprio il tè verde.

Questo perché, secondo alcune ricerche, il tè verde può aumentare la combustione dei grassi e aumentare il tasso metabolico. Vi è ad esempio uno studio, condotto su 12 uomini sani, che ha mostrato come l’estratto di tè verde sia in grado di aumentare l’ossidazione dei grassi del 17%, rispetto al placebo.

Tuttavia, alcuni studi sul tè verde non hanno evidenziato alcun aumento del metabolismo, quindi gli effetti possono dipendere dall’individuo o da come è stato impostato lo studio. C’è dunque ancora da approfondire riguardo a tale beneficio.

Leggi anche: Il tè verde brucia i grassi

Può ridurre il rischio di alcuni tumori

La ricerca ha dimostrato che il danno ossidativo può portare ad un’infiammazione cronica, che a sua volta può portare a sviluppare gravi malattie come appunto i tumori. Gli antiossidanti, però, come già detto, possono aiutare a proteggere dai danni ossidativi. Ecco allora che il tè verde si rivela un prezioso alleato anche contro i tumori.

Le ricerche scientifiche hanno collegato i composti del tè verde ad un ridotto rischio per alcuni tipi di cancro:

  • Cancro al seno: una revisione completa degli studi osservazionali ha rilevato che le donne che bevevano più tè verde avevano un rischio inferiore di circa il 20-30% di sviluppare il cancro al seno, uno dei tumori più comuni nelle donne.
  • Cancro alla prostata: uno studio ha osservato che gli uomini che bevono tè verde hanno un rischio inferiore di cancro alla prostata avanzato.
  • Tumore del colon-retto: un’analisi di 29 studi precedenti ha mostrato che coloro che bevevano tè verde avevano circa il 42% in meno di probabilità di sviluppare il cancro del colon-retto.
  • Tumori della pelle: secondo uno studio scozzese, il tè verde è in grado di proteggerci contro i tumori della pelle. I ricercatori hanno fatto in modo di estrarre dal tè verde una sostanza benefica in grado di colpire direttamente le cellule malate e di contrastare in modo efficace la malattia. Il composto chimico dall’azione soddisfacente era l’EGCG.
  • Cancro all’utero: secondo uno studio condotto presso il dipartimento di Ostetricia e Ginecologia del Women’s Health Research del Meharry Medical College, alcune sostanze contenute nel tè verde possono contribuire ad inibire la proliferazione delle cellule tumorali nel fibroma uterino. Nelle volontarie a cui è stata somministrata una sostanza benefica contenuta nel tè verde, è stata osservata una riduzione significativa del peso e del volume dei tumori.

Molti studi osservazionali indicano che chi beve tè verde ha meno probabilità di sviluppare diversi tipi di cancro, ma sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi effetti.

Leggi anche: Te’ verde efficace contro i tumori della pelle

Può proteggere il cervello dall’invecchiamento

Il tè verde, come già detto, può migliorare la funzione cerebrale a breve termine ma non solo, può anche proteggere questo organo tanto importante dall’invecchiamento.

La malattia di Alzheimer è una malattia neurodegenerativa e la causa più comune di demenza negli anziani. Vi è poi il Parkinson, un’altra malattia neurodegenerativa molto comune. Diversi studi hanno dimostrato che i le catechine presenti nel tè verde possono avere vari effetti protettivi sui neuroni, possibilmente riducendo il rischio di demenza.

Contrasta l’alitosi

Il tè verde è un antibatterico naturale. La sua azione riguarda soprattutto la bocca e i denti. Alcune sostanze contenute nel tè verde sono in grado di contrastare l’azione di uno dei batteri presenti nel cavo orale, lo Streptococcus mutans.

Studi scientifici hanno confermato che le catechine possono inibire la crescita dei batteri orali in laboratorio, ma nessuna prova mostra che effettivamente bere il tè verde abbia effetti simili. Tuttavia, ci sono alcune prove che il tè verde possa aiutare a ridurre l’alitosi.

Può aiutare a prevenire il diabete di tipo 2

Il diabete di tipo 2 comporta livelli elevati di zucchero nel sangue, che possono essere causati dalla resistenza all’insulina o dall’incapacità di produrre insulina. Gli studi dimostrano che il tè verde può migliorare la sensibilità all’insulina e ridurre i livelli di zucchero nel sangue.

Una ricerca condotta in Giappone ha scoperto che coloro che bevevano più tè verde avevano un rischio inferiore di circa il 42% di ammalarsi di diabete di tipo 2.

Secondo una revisione di 7 studi, invece, effettuata su un totale di oltre 286mila persone, chi beveva tè verde aveva un rischio di diabete inferiore del 18%.

Può aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari, comprese le malattie cardiache e l’ictus, sono le principali cause di morte in tutto il mondo. Gli studi dimostrano che il tè verde può migliorare alcuni dei principali fattori di rischio per queste malattie, tra cui i livelli di colesterolo totale e LDL (cattivo).

Il tè verde aumenta anche la capacità antiossidante del sangue, che protegge le particelle di LDL dall’ossidazione. 

Dati gli effetti benefici sui fattori di rischio, non sorprende che, secondo alcuni studi, le persone che bevono tè verde hanno un rischio inferiore fino al 31% di morire per una malattia cardiovascolare.

A parere degli esperti, per proteggersi dal rischio di ictus basta bere una tazza di tè verde al giorno.

Leggi anche: Tè verde e caffè per scongiurare il rischio di ictus

Può aiutare a perdere peso

Dato che il tè verde può aumentare il tasso metabolico a breve termine, è logico che possa aiutare anche a perdere peso. Diversi studi dimostrano che questa bevanda può favorire la riduzione del grasso corporeo, specialmente nella zona addominale.

Una di queste ricerche era uno studio controllato randomizzato di 12 settimane che coinvolgeva 240 persone con obesità. In questo caso si è visto che chi faceva parte del gruppo che beveva tè verde aveva ottenuto riduzioni significative della percentuale di grasso corporeo, del peso corporeo, della circonferenza della vita e del grasso della pancia, rispetto a coloro che facevano parte del gruppo di controllo.

Tuttavia, alcuni studi non mostrano un aumento statisticamente significativo della perdita di peso con il tè verde, quindi i ricercatori devono eseguire ulteriori studi per confermare questo effetto.

Può aiutare a vivere più a lungo

Dato che alcuni composti del tè verde possono aiutare a proteggere dal cancro e dalle malattie cardiache, va da sé che questa bevanda potrebbe aiutare a vivere più a lungo.

In uno studio, i ricercatori hanno preso a campione 40.530 adulti giapponesi di età superiore a 11 anni notando che coloro che bevevano più tè verde (5 o più tazze al giorno) avevano una probabilità significativamente inferiore di morire durante il periodo di studio.

Nello specifico:

  • Morte per tutte le cause: 23% in meno nelle donne, 12% in meno negli uomini
  • Morte per malattie cardiache: 31% in meno nelle donne, 22% in meno negli uomini
  • Morte per ictus: 42% in meno nelle donne, 35% in meno negli uomini

Considerando tutto questo, dovremmo prendere seriamente in considerazione di bere più spesso tè verde.

Sul Tè verde:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook