Te’ verde e amido di mais contro la glicemia e il diabete

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una sostanza presente nel tè verde aiuta a ridurre i livelli degli zuccheri nel sangue. È ciò che ha scoperto un team di ricercatori nutrizionisti dell’Università americana di Penn State.
Secondo gli scienziati, questa singolare scoperta potrebbe portare a nuove strategie alimentari per le persone in sovrappeso o che hanno problemi di glicemia e diabete.

L’ingrediente “miracoloso” si chiama epigallocatechina-3-gallate, o più semplicemente EGCG e dai test effettuati nei laboratori dell’Università, dopo l’assunzione della EGCG attraverso del comune te verde, “i picchi di glucosio nel sangue – ha fatto sapere il professor Lambert – risultano più bassi del 50% rispetto al normale“.

Ma qual è la dose ideale per tenere gli zuccheri sotto controllo? Una tazza e mezzo di te verde ogni volta che mangiamo!

Ma c’è di più: secondo il professor Lambert, che ha lavorato fianco a fianco con professori ed esperti del settore nutrizionistico, come Sarah C. Forester, e studenti appena laureati, come Yeyi Gu, la sostanza EGCG ha dato risultati particolarmente evidenti e incoraggianti nei casi in cui è stata contemporaneamente associata all’assunzione di amido di mais!

Ciò significa che l’epigallocatechina-3-gallate va proprio in aiuto dei diabetici, perché riesce a svolgere al meglio la sua azione di controllo sugli zuccheri proprio quando vengono ingeriti i cibi più pericolosi, come pane, cornetti e più in generale dolciumi!

Se quello che mangiate per accompagnare il vostro te verde contiene dell’amido di mais, vedrete sicuramente maggiori benefici ha detto Lambertquindi, per esempio, se per colazione prevedete di bere del te e delle ciambelle al forno, la sostanza contenuta nella bevanda può tenere sotto controllo i vostri livelli di glucosio nel sangue che altrimenti, inevitabilmente, aumenterebbero“.

Effetti diversi invece con il glucosio o il maltosio.
Secondo quanto riportato anche sulla versione online del “Molecular Nutrition and Food Research”, se – al posto dell’amido di mais – il te verde viene accompagnato da glucosio o maltosio, i risultati sul controllo degli zuccheri sono scarsi.

Il merito quindi è soprattutto dell’amido di mais, in combinazione con la EGCG!
Secondo gli scienziati quindi, il mix vincente potrebbe portare ad una demolizione di alcune abitudini ormai consolidate: ad esempio potrebbe non essere più fondamentale ridurre la quantità di zucchero nel te, perché questo viene ridotto naturalmente se accompagniamo la bevanda con dei frollini al mais!

Naturalmente, per poter accertare tutto questo, i ricercatori dovranno testare ulteriormente l’effetto di questa combinazione “magica” e trovare nuove conferme!

Verdiana Amorosi

Leggi anche:

Te’ verde efficace contro i tumori della pelle

50 strabilianti usi alternativi del tè

I 5 antibiotici naturali che fanno bene alla nostra salute

Rooibos: storia, proprietà e tutti i benefici del te’ rosso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook