@Lightfieldstudios/123rf

Se hai uno di questi sintomi potresti essere in pericolo di disidratazione (e dovresti bere subito l’acqua)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La disidratazione è una condizione pericolosa, che può avere cause di svariata natura. Ecco tutti i sintomi e come intervenire.

La disidratazione può avere molte cause diverse, come febbre o disturbi digestivi, ma anche sforzi eccessivi, surriscaldamento e farmaci, come i diuretici. 

Quando si è disidratati si potrebbe avvertire una sensazione di spossatezza e nausea; in tal caso, è fondamentale idratarsi in modo da aiutare il corpo a ristabilire il giusto equilibrio dei liquidi.

E’ importante sapere che la sete è un segnale ritardato della disidratazione; infatti, molto prima di avvertire questa sensazione, il corpo ci manda diversi input. Ovviamente, in caso di grave disidratazione è necessario rivolgersi tempestivamente al proprio medico. (Leggi anche: Caldo e afa: in caso di colpo di calore, non somministrare paracetamolo o acido acetilsalicilico)

Cosa significa essere disidratati

La disidratazione deriva dalla perdita di più liquidi di quanti ne sono stati assunti. Le cause sono svariate, come:

  • eccessivo caldo, 
  • farmaci, 
  • disturbi digestivi,
  • sforzi ingenti.

Cosa accade al corpo in caso di disidratazione? In caso di disidratazione oltre ad avvertire tanta sete, si possono avere i seguenti sintomi:

  • debolezza,
  • spossatezza,
  • nausea,
  • molta sete.

Inoltre, secondo una ricerca, anche avere la bocca secca o problemi di concentrazione rientrano tra i sintomi della disidratazione. (Leggi anche: 10 motivi per bere 2 litri di acqua al giorno)

Come prevenire la disidratazione

Per prevenire la disidratazione, assicurati di bere abbastanza acqua, mangiare cibi ricchi di acqua e tenere d’occhio il colore delle urine. Dovrebbe variare dal giallo chiaro all’ambra pallido. L’urina più scura è un segno di disidratazione. Evita alcol, caffeina, bibite gassate o bevande zuccherate perché possono disidratarti ancora di più.

Alcune persone sono più a rischio di disidratazione rispetto ad altre; tra queste segnaliamo: 

  • bambini, 
  • anziani,
  • atleti,
  • persone che lavorano all’aperto o vivono ad alta quota.

Diverse condizioni possono portare alla disidratazione, tra cui:

  • febbre,
  • vomito,
  • diarrea,
  • alcuni farmaci, come i diuretici, che possono causare un’eccessiva minzione,
  • sudorazione da sforzi eccessivi, come dall’esercizio fisico,
  • surriscaldamento.

  • Seguici su Telegram|Instagram  |Facebook |TikTok |Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook