Troppi pesticidi in frutta e verdura: il report shock che arriva dalla Francia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo report francese ha valutato la presenza di pesticidi in frutta e verdura non biologiche. I risultati sono davvero sconcertanti: si trovano in quasi il 72% della frutta e nel 43% della verdura!

La Ong francese Générations Futures ha pubblicato una nuova edizione del suo rapporto sui residui di antiparassitari nella frutta e verdura consumata in Francia.

Il report è stato stilato integrando i dati dei piani di monitoraggio 2012-2017 della DGCCRF (Direzione generale della concorrenza, del consumo e del controllo delle frodi), uno studio durato 6 anni. Inoltre, per essere in grado di fornire risultati veramente significativi, sono state prese in esame solo le piante analizzate almeno 5 anni su 6 e in un numero significativo di campioni. Il risultato è un rapporto esclusivo basato su oltre 13.000 analisi che hanno riguardato, complessivamente, 18 tipi di frutta e 32 verdure.

I risultati

Una media del 71,9% dei campioni di frutta conteneva residui di pesticidi, una piccola percentuale dei quali (2,9%) superava anche il limite massimo di residui consentiti. Per gli ortaggi, la media è del 43,3% dei campioni interessati e, anche in questo caso, alcuni superavano i limiti massimi (3,4%).

Per quanto riguarda la frutta ecco le tipologie più ricche di pesticidi.

  • ciliegie (89% dei campioni)
  • clementine / mandarini (88,1%)
  • uva (87,3%)
  • pompelmo (86,3%)
  • nettarine / pesche (83%)
  • fragole (82,9%)
  • arance (81,2%)

I frutti in cui i pesticidi sono meno presenti sono risultati invece:

  • prugne / mirabelle (50,8%)
  • avocado (27,8%)
  • kiwi (25,8%)
pesticidi frutta francia

Per quanto riguarda le verdure, le più contaminate in Francia sono:

  • rami di sedano (84,9%)
  • sedano rapa (82,5%)
  • erbe fresche (69,3%)
  • indivie (67,2%)
  • lattuga (66,5%)

Meno contaminate sono risultate invece:

  • barbabietole (6,9%)
  • madera / igname (3,7%)
  • asparagi (2,1%)
  • mais dolce ( 0,8%)
pesticidi frutta francia2

Frutta e verdura che supera i massimi residui consentiti per legge

Superavano il livello massimo di residui di pesticidi (soglia stabilita dall’Ue) frutti come:

  • ananas (9,6% dei campioni)
  • ciliegie (5,2%)
  • kiwi (4,2%)
  • pompelmi (4,2%)
  • clementine / mandarini (3%). , 9%).

Per le verdure:

  • erbe fresche (21,5% dei campioni)
  • sedano (15,7%)
  • rape (8,8%)

Qui trovate il rapporto francese completo.  Se siete curiosi di conoscere la situazione dei pesticidi in Italia potete invece dare un’occhiata qui.

Leggi anche:

 

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook