Le peggiori abitudini alimentari che indeboliscono il sistema immunitario secondo la scienza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti: ciò che mangiamo quotidianamente può avere effetti positivi o negativi sulla nostra salute. Spesso sottovalutiamo che anche il sistema immunitario può risentire del consumo eccessivo di alcuni cibi o ingredienti, che di conseguenza sarebbe bene eliminare o limitare il più possibile. Vediamo quali sono.

Il sistema immunitario può essere influenzato da diversi aspetti della nostra quotidianità, pensiamo ad esempio allo stress, alle scarse ore di sonno e più in generale ad uno stile di vita sregolato che comprende anche mangiare cibi insani.

Ma quali sono le peggiori abitudini alimentari che possono indebolire le naturali difese del nostr corpo secondo la scienza?

Consumare troppo alcool

L’alcool agisce negativamente su più fronti: da una parte può sopprimere la risposta immunitaria del corpo alle infezioni, dall’altra può alterare il corretto assorbimento di alcuni nutrienti, tra cui vitamina C e zinco, fondamentali per le difese del nostro organismo. 

Uno studio di alcuni anni fa aveva messo in luce proprio come esagerare con l’alcol può ripercuotersi sulle difese dell’organismo. Come aveva spiegato Elizabeth Kovacs, co-autrice dello studio e ricercatrice alla Loyola University:

C’è minore consapevolezza riguardo la pericolosità degli effetti dell’alcol in aree differenti, come ad esempio il sistema immunitario. Questo si tradurrebbe non soltanto in un danneggiamento del sistema immunitario, ma anche in una ridotta capacità di guarigione da parte dell’organismo, nell’incremento della perdita di sangue e nell’aumento del rischio di polmonite e altre infezioni.

Leggi anche: Binge drinking: ubriacarsi a tutti i costi nuoce al sistema immunitario

Consumare troppo zucchero

È ormai noto, ed è stato provato da diverse ricerche, che troppo zucchero nella nostra dieta può indebolire il sistema immunitario.

Uno studio, condotto dalla Loma Linda University, ha collegato l’assunzione regolare di cibi ricchi di zuccheri aggiunti a una funzione immunitaria compromessa, in particolare perché i globuli bianchi, che sono le cellule coinvolte nella lotta alle infezioni, vengono influenzati negativamente da questa sostanza. Nello specifico, l’efficacia delle cellule immunitarie diminuiva fino al 50% dopo 1 o 2 ore dal consumo di zucchero e l’effetto si estendeva fino a 5 ore.  Leggi anche: Zucchero raffinato: 10 motivi scientificamente provati per limitarne il consumo

Consumare troppo sale

Il consumo eccessivo di sale può avere un effetto dannoso sulla salute, innescando l’infiammazione nel corpo e aumentando il rischio di malattie croniche.

Se consumato in eccesso, si ritiene inoltre che il sale inibisca alcune delle risposte naturali del nostro corpo, come ha scoperto un recente studio che ha anche indagato il meccanismo per cui avviene questo. (Leggi anche: La quantità di sale che mangi potrebbe farti male molto più di quanto pensi, secondo un nuovo studio).

Troppo sale può persino alterare il nostro microbiota intestinale, che ha un ruolo importante nella funzione immunitaria dell’organismo.

L’elevato consumo di sodio è stato collegato anche al peggioramento di malattie autoimmuni  come il morbo di Crohn, la colite ulcerosa e il lupus.

Consumare troppi cibi processati e junk food

Anche i cibi processati abbassano notevolmente il sistema immunitario. Sono diversi gli studi che hanno avvalorato la tesi , alcuni dei quali hanno evidenziato come il cibo spazzatura venga trattato dall’organismo alla stregua di un’infezione (Junk food: gli effetti collaterali sul sistema immunitario sono peggiori di quanto puoi immaginare, gli studi)

Non assumere abbastanza frutta e verdura

Mangiare almeno 5 porzioni giornaliere di frutta e verdura è importante per supportare il nostro sistema immunitario. Al loro interno, infatti, vi sono quantità elevate di vitamine, minerali e antiossidanti, sostanze fondamentali per la buona salute del corpo e per combattere le infezioni. 

Frutta e verdura hanno anche molta fibra solubile, utile per la nostra immunità dato che è il cibo necessario ai batteri buoni che vivono nel nostro intestino e ormai è risaputo che un microbioma sano favorisce anche un sistema immunitario efficiente.

Leggi anche: 10 cibi e consigli per rafforzare le difese immunitarie

Carenza di vitamina D

La carenza di vitamina D, che non è affatto rara, ci espone ad alcuni rischi tra cui quello di avere un sistema immunitario più debole. Chi è chiuso in un ufficio tutto il giorno o, per altri motivi, non può esporsi correttamente e quotidianamente alla luce del sole dovrebbe prendere in considerazione l’idea di assumere un integratore (dopo aver valutato con l’aiuto di un medico se vi è è effettivamente carenza di questa vitamina).

Leggi anche: Vitamina D: tutte le conseguenze di una carenza

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook