Come le noci riducono il cancro al seno. La nuova conferma

Noci tumore seno

Una piccola quantità di noci ogni giorno ci protegge dal cancro al seno. Secondo una nuova ricerca, infatti, il consumo di noci rallenta la crescita del cancro al seno e riduce il rischio di tumore mammario. Si tratta di uno studio che conferma altre evidenze scientifiche che già hanno attribuito a questo particolare frutto un ruolo essenziale nelle protezione contro i carcinomi.

A dare ulteriore prova della potenza benefica delle noci sono questa volta i ricercatori americani dell’Università di Marshall, secondo cui bastano 57 grammi di noci al giorno per circa due settimane per cambiare significativamente l’espressione genica nei tumori già confermati.

Si tratta di un trial clinico pilota, l’ultimo di una serie di studi correlati presso la Marshall University e relativi alla presenza delle noci nella dieta per la crescita del tumore, la sopravvivenza e le metastasi nel cancro al seno. Il lavoro è descritto in un documento pubblicato sulla rivista Nutrition Research.

Per il primo studio clinico pilota, sono state reclutate donne con grumi mammari abbastanza grandi da eseguire le biopsie e divise in gruppi che consumavano noci e in gruppi di controllo. Dopo la biopsia, le donne del gruppo di noci hanno iniziato a consumare 57 grammi al giorno fino al giorno del loro intervento chirurgico.

Durante l’intervento eseguito circa due settimane dopo la biopsia, sono stati prelevati ulteriori campioni di tumori e il profilo del sequenziamento dell’RNA ha mostrato che circa 456 geni erano significativamente modificati nel tumore dopo il consumo di noci.

“Questi risultati supportano l’ipotesi che, negli esseri umani, il consumo di noci potrebbe sopprimere la crescita e la sopravvivenza dei tumori al seno. Ulteriori ricerche sarebbero necessarie attraverso uno studio su larga scala per confermare clinicamente che il suo consumo riduca effettivamente il rischio di cancro al seno o di recidiva”, rivela Elaine Hardman del Dipartimento di Scienze Biomediche della Facoltà di Medicina dell’Università di Marshall.

Sempre la Marshall University aveva condotto un altro studio, sui topi però, in cui aveva dimostrato come il consumo di noci riducesse la dimensione dei tumori alla mammella. 

Anche altri studi che riguardano il consumo di noci individuano meravigliosi benefici per la salute: ad esempio, una revisione sistematica di 26 studi clinici dell’Università di Harvard suggerisce che le diete che comprendono le noci potrebbero ridurre il colesterolo totale, l’apolipoproteina B e i trigliceridi. Così come uno studio pubblicato sul Journal of American Heart Association dimostra che le noci aiutano a controllare il peso per il loro alto contenuto di grassi insaturi.

Seguire una dieta che contiene grassi insaturi, come le noci, ha effetti di perdita di peso simili a quelli di una dieta povera di grassi e ricca di carboidrati. D’altra parte, secondo un articolo dell’Università della California a Los Angeles, coloro che consumano frutta secca potrebbero dimezzare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto a coloro che non ne mangiano. Dopo aver valutato più di 34mila adulti, il consumo di 3 cucchiai di frutta secca al giorno è stato associato a una diminuzione della prevalenza del diabete di tipo 2 del 47%. 

Cosa aspettate allora? Via libera con una manciata di noci, o di frutta secca in generale ogni giorno, in grado di prevenire i tumori ma anche di controllare i livelli dello zucchero nel sangue e le infiammazioni grazie agli acidi grassi insaturi, alle fibre, alle vitamine, all’acido folico e ai minerali.

Leggi anche:

Germana Carillo

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

Yves Rocher

Candidati al premio Terre de Femmes della Fondazione Yves Rocher. Trovi tutte le info qui!

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook