Plastica o alluminio a contatto con il cibo: cosa sono i Moca e a cosa fare attenzione

plastica-imballaggi

Avete mai sentito parlare dei Moca? Con questo termine, acronimo di Materiali e Oggetti a Contatto con gli Alimenti, si indicano tutti i diversi materiali con cui un alimento può venire a contatto durante la sua vita.

I cibi vengono infatti a contatto con i macchinari di produzione, i materiali di imballaggio, gli strumenti e gli utensili con cui li trattiamo nelle nostre cucine, i contenitori in cui li conserviamo.

Tutti i Moca, siano essi cosituiti da plastica, alluminio o altro, possono rilasciare sostanze all’interno degli alimenti e ciò può rappresentare un problema per la salute dei consumatori.

Per questo motivo i produttori devono assicurare l’idoneità di tutti i materiali che vengono a contatto con gli alimenti, dalla produzione alla vendita.

Quando però un prodotto alimentare arriva nelle nostre case, siamo noi consumatori responsabili della nostra sicurezza e dobbiamo saper scegliere i materiali con cui cucinare e conservare i cibi che acquistiamo.

Per informare i consumatori sul corretto uso dei Moca, il Laboratorio comunicazione della scienza dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie un breve video della serie 100 secondi in cui viene data qualche dritta per evitare rischi.

Ad esempio, occorre sempre controllare che sui contenitori che scegliamo per conservare i cibi sia indicato il simbolo o la dicitura “adatto per alimenti”: il simbolo è costituito da un bicchiere e una forchetta.

Bisogna poi fare attenzione alle temperature, di cottura e conservazione poiché il calore può favorire la cessione di sostanze dai materiali agli alimenti. Prima di scongelare, riscaldare o cuocere una pietanza, meglio controllare la temperatura massima cui il recipiente può essere utilizzato in sicurezza, indicata sul recipiente stesso.

Sapevate poi che all’interno delle vaschette di alluminio non vanno riscaldati o conservati cibi acidi o salati?

La possibilità che si verifichino cessioni da un oggetto a un cibo varia molto in base al tipo di cottura e alle modalità di conservazione, dunque una corretta scelta dei materiali in base all’uso, diminuisce i rischi per la nostra salute.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario Saponi e cosmetici fai da te, "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Florena Fermented Skincare

Cosmetici naturali fermentati: cosa sono e perché sono così efficaci per la cura del viso

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Seguici su Instagram
seguici su Facebook