@ luckybusiness/123rf.com

Dovresti lavare e disinfettare frutta e verdura prima di metterle in frigo?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le nuove esigenze igieniche dettate dalla pandemia ci portano a lavare ogni cosa che entra nella nostra casa, anche cibi freschi come frutta ed ortaggi. Ma è salutare lavare la frutta prima di metterla in frigo?

A causa della pandemia, le nostre abitudini in fatto di igiene sono profondamente cambiate. Siamo portati a lavare spesso le mani e i vestiti, e al contempo igienizzare ogni cosa che ci capita tra le mani, per scongiurare il rischio di contrarre il Covid-19. Ma quando si tratta di cibi freschi, come frutta e verdura, è salutare lavarli prima di conservarli in frigorifero?

Gli esperti suggeriscono di non lavare mai frutta e verdura interi prima di conservarli in frigo: il contatto con l’acqua porta ad un aumento di umidità e favorisce la crescita di muffe e batteri. Questo, ovviamente, provoca un deperimento più veloce degli alimenti e potrebbe costringerci a buttare via cibo che, se conservato invece correttamente, avrebbe una vita più lunga.

Ecco qualche trucco per conservare correttamente frutta e verdura all’interno del nostro frigo:

(Leggi anche: Pesticidi su frutta e verdura: non basta sciacquare, questi sono i migliori e più efficaci metodi per rimuoverli)

  • Conservare frutta e ortaggi nel proprio contenitore o nel cassetto della frutta, separati da pellicole o contenitori ermetici (conservare diversi tipi di frutta nello stesso contenitore provoca un deperimento più veloce);
  • Non riempire eccessivamente il cassetto della frutta e comprare soltanto la frutta necessaria da consumare entro pochi giorni;
  • Coprire frutta e verdura già tagliata con la pellicola trasparente oppure inserirla in contenitori a chiusura ermetica;
  • Tenere la frutta e la verdura separati da carne, pollame, pesce e altri alimenti all’interno del frigorifero: carne e pesce, separati da altri alimenti con involucri, devono essere posti nello scomparto più freddo e bisogna assicurarsi che non perdono liquidi che possano contaminare altri alimenti; latticini, uova e altri cibi che vanno conservati in frigorifero dopo l’apertura devono essere posti ad una temperatura intermedia; i formaggi vanno conservati in contenitori chiusi o nella loro confezione originale;
  • Non mettere oggetti pesanti sopra la frutta e la verdura;
  • Tenere il frigorifero ad una temperatura di 4°C o inferiore e provvedere regolarmente alla sua pulizia.

Per scongiurare il pericolo della presenza di virus e batteri sulla superficie di ortaggi e frutta possiamo procedere, prima del consumo, ad una accurata pulizia – utilizzando per esempio il bicarbonato: alcuni studi sul bicarbonato hanno dimostrato la sua efficacia nel rimuovere non solo i batteri, ma anche i residui di pesticidi sia sulla superficie che sotto la buccia della frutta. 

Fonte: FoodSafety / Ministero della Salute

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Schär

Schär, alla scoperta di un mondo fatto di cereali e qualità

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook