Latte: un alimento benefico o da evitare?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il latte è sempre stato considerato un alimento fondamentale della nostra dieta, utile alla crescita dei bambini ma anche alla buona salute degli adulti grazie alla presenza del calcio e di altri nutrienti. Negli ultimi anni però è nato sempre più scetticismo nei confronti di questa bevanda tanto popolare, il tutto supportato anche da alcune ricerche scientifiche (le più note sono quelle riportate nel libro The China Study).

Abbiamo voluto raccogliere i pareri di diversi esperti nel campo della salute e dell’alimentazione per sapere la loro posizione su questa questione. Partiamo dalla nutrizionista Valentina Venanzi, che rispecchia un po’ la posizione ancora maggiormente diffusa riguardo al latte e ai latticini, ovvero quella di chi ritiene questi alimenti essenziali per la buona salute di ossa e denti soprattutto nei bambini in fase di crescita grazie all’elevata presenza di calcio e proteine.

 

Esiste però un problema molto diffuso ai nostri giorni che è quello delle allergie e delle intolleranze alimentari che molto spesso riguardano proprio latte e derivati. Come mai? Forse ne beviamo troppo? Probabilmente sì ma il problema essenziale, come ci ha spiegato il dottor Alvise D’Amico è che, superati i primi anni di età quando il latte (quello materno) è essenziale per la crescita, la gran parte di noi perde l’enzima lattasi, utile alla digestione di questo alimento che altrimenti per noi sarebbe indigesto. “Quindi non tutti possono bere latte e non sempre il latte fa bene”…

C’è infine chi ritiene il latte vaccino un alimento dannoso per il nostro organismo, in quanto “specie specifico” dunque non adatto all’essere umano ma solo al vitello. Abbiamo intervistato la nutrizionista clinica Maria Antonietta Giufré che ci ha spiegato come il latte degli altri mammiferi sia un alimento indigeribile per il nostro organismo in quanto non sono più presenti la rennina e la lattasi, enzimi in grado di digerire le proteine del latte. Si fa riferimento agli studi riportati in particolare sul libro The China Study, di T. Collin Campbell e Thomas M. Campbell, nel quale si sostiene che la caseina, che il nostro corpo non è in grado di digerire ed assimilare, è una sostanza molto pericolosa per l’uomo e può portare anche a gravi problematiche.

Chi vi ha convinto di più con le sue argomentazioni?

Francesca Biagioli

LEGGI ANCHE:

– I nutrizionisti di Harvard eliminano latte e derivati dalla guida per l’alimentazione sana

– Latte vaccino? c’e’ chi dice no! Ecco le alternative vegetali

– 10 fonti vegetali di calcio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook