La celiachia e l’intolleranza al glutine sono due patologie diverse

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La gluten sensivity”, nota più semplicemente come intolleranza al glutine, e la celiachia sono due patologie legate alla stessa sostanza, ma in realtà si differenziano nettamente sia a livello molecolare che per la reazione del sistema immunitario.

A scoprire questa differenza tra le due malattie sono stati i ricercatori della “Maryland School of Medicine” di Baltimora, in collaborazione con la Seconda Università degli Studi di Napoli, che hanno pubblicato uno studio sulla rivista “BMC Medicine”.

In breve la differenza fondamentale è questa: nelle persone affette da celiachia, il glutine scatena una reazione autoimmune, che attacca l’intestino e danneggia gravemente la mucosa intestinale; l’intolleranza al glutine, invece, si manifesta con dolori addominali, colon irritabile, affaticamento, mal di testa, ma non comporta gravi lesioni intestinali.
Sebbene sia meno grave a livello di sintomatologia e conseguenze sul corpo umano, nel nostro Paese l’intolleranza al glutine colpisce 3 milioni di persone e il numero di intolleranti sembra crescere costantemente.

La Gluten Sensitivity è un’entità clinica osservata sempre più spesso negli ambulatori dello specialista – ha detto Carlo Catassi, professore associato di Pediatria all’Università Politecnica delle Marche di Ancona e coordinatore del Comitato scientifico Dr. Schär -. Si tratta di un disturbo per il quale non esiste un nome in lingua italiana tanto è recente l’inquadramento clinico. Viene diagnosticato in pazienti per lo più adulti che presentano disturbi intestinali o a carico di altri apparati. Queste persone in passato venivano spesso etichettate come affette da disturbo funzionale o colon irritabile”.

Ma come mai i fenomeni come la celiachia e l’intolleranza al glutine tendono a diffondersi con maggior frequenza?
Attualmente, una risposta scientifica univoca non c’è, ma probabilmente la sofisticazione degli alimenti e gli additivi con cui vengono trattate le farine e gli ingredienti che normalmente utilizziamo in cucina possono esserne la causa. Nel dubbio consigliamo quindi di evitare l’uso di farine addizionate artificialmente con glutine (come le miscele pronte per pizza) e acquistare quelle naturali, meglio ancora se macinate con la pietra.

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook