Ipertensione: ecco perché il sale fa aumentare la pressione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Che un consumo eccessivo di sale contribuisse a far alzare la pressione sanguigna era cosa ben nota. Quello che non era chiaro fino ad oggi è il rapporto di causa-effetto tra l’assunzione di sale e le sue conseguenze sulle arterie e sulla salute.

A svelare il mistero, sfatando così anche un falso mito, sono stati gli studiosi della Boston University School of Medicine (BUSM), i quali hanno affermato che l’ipertensione non è data semplicemente da un eccesso di sale nelle arterie, ma da un meccanismo ben più complesso.
In pratica, l’eccessivo uso di sale stimola il sistema nervoso simpatico e lo induce a produrre una quantità maggiore di adrenalina; questa – a sua volta – provoca una costrizione più evidente delle arterie, che porta all’ipertensione, fenomeno indicato scientificamente con la definizione “volume ampliato di ipertensione” .

Ma non è tutto: l’eccessiva quantità di sale presente nel sangue porta anche ad una maggiore ritenzione di liquidi nel sistema arterioso, contribuendo così ad un aumento del volume del sangue e della pressione sulle pareti arteriose.

Lo studio – che ha fatto chiarezza su uno dei problemi di salute più diffusi in Italia (dove il 25% della popolazione soffre di pressione alta) e nel mondo – è stata pubblicata sulla rivista scientifica di settore “Journal of Hypertension” e ha dimostrato quindi che il sale provoca sì l’aumento di pressione, ma non nel modo che conoscevamo.

L’obiettivo della diffusione di questo risultato quindi è “correggere un concetto erroneo prevalso per molti anni, nonostante evidenze scientifiche abbiano da tempo mostrato il contrario” – hanno fatto sapere Irene Gavras e Haralambos Gavras, professori di Medicina presso la BUSM.

Insomma, il meccanismo è nuovo, ma il risultato non cambia: consumare meno di 5 grammi di sale al giorno aiuta a tenere lontano il rischio di ipertensione!

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità