I postumi di una sbornia sono ufficialmente una ‘malattia’. La sentenza di un tribunale tedesco

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un tribunale tedesco ha stabilito che i postumi di una sbornia possono essere classificati ufficialmente come una “malattia”. La sentenza arriva da Francoforte a chiusura di un caso contro il produttore di una “bevanda anti-postumi”.

La società – che non è stata nominata nella sentenza – affermava che i propri integratori alimentari, che altro non erano che polveri da miscelare ad acqua, potessero essere in grado di curare stanchezza, nausea e mal di testa comunemente associati proprio a una ubriacatura. Nulla di vero, secondo il tribunale non esistono bevande anti-sbornia perché quei sintomi sono riconducibili a una malattia.

Un caso bizzarro che si è presentato ai giudici di Francoforte quando i querelanti hanno affermato che quella azienda offriva mix magici anti-postumi facendo affermazioni illegali sulla salute, compresa la possibilità che quei mix miracolosi potevano eliminare anche “piccoli o temporanei cambiamenti allo stato normale del corpo”.

Cosa vuol dire? Che, secondo il tribunale tedesco, i prodotti alimentari, comprese le bevande, non possono essere commercializzati come in grado di prevenire o curare le malattie.

Le informazioni su un prodotto alimentare non possono avere alcuna proprietà nel prevenire, curare o curare una malattia umana o dare l’impressione di avere tale proprietà”, ha affermato la sentenza del tribunale regionale superiore.

I sintomi dei postumi di una sbornia come stanchezza, nausea e mal di testa – continua il tribunale – “non si verificano a causa del naturale su e giù del corpo, ma a causa del consumo di alcol, una sostanza nociva”. È per questo motivo che “anche un disturbo minore o temporaneo della natura normale o della normale attività del corpo da capire” è da considerarsi malattia.

Diffidate, dunque, da quegli integratori che promettono miracoli, nemmeno in fatto di sbornia. L’unica soluzione è non arrivare ad ubriacarsi e bere moderatamente. In ogni caso, ecco qui 5 rimedi naturali contro la sbornia.

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Incendi Sardegna 2021

Le immagini, le storie e i numeri degli incendi che stanno devastando l’isola mettono i brividi

Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook