Ginseng meglio del viagra contro la disfunzione erettile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Maschietti, dite addio al viagra, basta infatti una compressa a base di ginseng per dare nuovo impulso alla vostra vita sessuale. Che la nota pianta avesse proprietà afrodisiache non è affatto una novità, ma adesso arriva una nuova conferma del fatto che non serve un composto chimico a risollevare il sesso forte dal problema dell’impotenza.

La nuova ricerca proviene da un’università della Corea del Sud, precisamente dall’Università di Yonsei. Ebbene, lo studio ha scoperto che il rimedio a base di erbe, un tradizionale afrodisiaco, può effettivamente contribuire a combattere la disfunzione erettile negli uomini. Una novità per l’uomo contemporaneo, ma una soluzione da tempo immemore utilizzata nella cultura cinese.

Non solo come rimedio naturale ‘fatto in casa’. Anche la scienza ha dunque riconosciuto le proprietà del ginseng. Secondo la nuova ricerca, infatti, le compresse a base di ginseng davvero sono capaci di ravvivare la vita sessuale di un uomo. Per dimostrarlo, lo studio sudcoreano ha somministrato le pillole a base della famosa pianta ad oltre 119 soggetti affetti da lieve o moderata disfunzione erettile. Il gruppo è stato diviso in due e mentre la metà ha preso quattro compresse al giorno contenenti estratti di ginseng coreano, l’altra metà ha assunto un placebo. Dopo otto settimane, i ricercatori hanno misurato i miglioramenti utilizzando una scala riconosciuta ufficialmente e nota come International Index of Erectile Dysfunction. I risultati hanno mostrato un netto miglioramento delle prestazioni in camera da letto nei soggetti che avevano assunto le compresse a base di bacche di ginseng.

Risultati attendibili visto che le ‘cavie’ sono stati gli stessi uomini. Per fortuna non gli animali. Finora molte ricerche di questo tipo sono state condotte sui topi. Sebbene i farmaci come tra cui Viagra, Cialis e Levitra abbiano rivoluzionato il trattamento di questo problema negli ultimi dieci anni, circa il 30 per cento degli uomini che assumono tali sostanze non ne traggono alcun vantaggio e non vedono alcun miglioramento.

Per questi soggetti, le uniche altre opzioni sono soluzioni piuttosto fastidiose, tra cui l’iniezione di farmaci direttamente nel pene. Mentre i rimedi a base di erbe come il ginseng sono stati presentati finora come trattamenti della medicina alternativa, adesso potrebbero essere associati ai farmaci in uso. Il segreto del ginseng, in queso caso, sta nella sua radice che contiene diversi principi attivi, chiamati ginsenosidi o panaxosidi, responsabili degli effetti medicinali della pianta.

Lo studio è stato pubbblicato su International Journal of Impotence Research.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Cibi afrodisiaci: zafferano e ginseng, i “viagra naturale” per eccellenza

Ginseng: mille proprietà, usi e dove trovarlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook