No al manzo, sì ai fagioli. Così si riducono i gas serra

Mangiare fagioli invece di carne di manzo ridurrebbe in maniera importante i gas serra. Sembra scontato ma a darne ulteriore conferma è stato un nuovo studio condotto da Helen Harwatt, della Loma Linda University. Dal canto loro, i fagioli sono una delle migliori fonti di proteine vegetali.

Secondo la scienziata, questo semplice cambiamento nelle abitudini alimentari basato sui legumi avrebbe un grande impatto sull’ambiente. Considerando solo l’America, se i cittadini Usa mangiassero fagioli in alternativa alla carne di manzo, gli Stati Uniti raggiungerebbero dal 50 al 75 per cento degli obiettivi di riduzione dei gas serra al 2020.

In un documento di 10 pagine pubblicato il 12 maggio scorso, Harwatt e colleghi hanno messo nero su bianco quello che da tempo è sotto gli occhi di tutti. Cambiare il tipo di alimentazione ha infatti un peso di primo piano nella lotta ai cambiamenti climatici.

I ricercatori hanno spiegato che la produzione di carne bovina, tra gli alimenti, è quella da cui hanno origine le maggiori emissioni inquinanti. Al contrario, dalla produzione di legumi, ad esempio i fagioli, deriva appena un quarantesimo dei gas serra della carne.

Lo studio ha anche scoperto che la produzione di carni bovine è un uso inefficiente dei terreni agricoli. Sostituirli con le coltivazioni di fagioli libererebbe il 42% del terreno attualmente coltivato per gli alimenti destinati ai bovini allevati per finire sulle nostre tavole: 1,65 milioni di chilometri quadrati.

Secondo Harwatt, la tendenza attuale suggerisce che la carne di origine animale non sia più percepita come una necessità.

Oltre a ridurre i gas serra, preferire i legumi alla carne secondo Harwatt e i colleghi potrebbe aiutare a prevenire l’aumento della temperatura globale.

gas serra

LEGGI anche:

Ridurre le emissioni a tavola è non solo possibile ma anche fondamentale. Tutti in cucina a preparare pasta e fagioli!

Francesca Mancuso

Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Izanz

Piretro: l’insetticida naturale contro le zanzare

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook