Scoperto un effetto collaterale inaspettato per le donne che bevono tè almeno 4 volte a settimana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Migliora l’umore, risveglia il metabolismo, stimola le funzioni renali, aiuta nella digestione e riduce i livelli di zuccheri nel sangue: sono solo alcuni degli effetti benefici del tè. Ma non tutti sanno che berlo regolarmente aiuta anche a prevenire un grave problema di salute associato alla menopausa.

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista European Journal of Clinical Nutrition ha infatti scoperto che le donne che hanno iniziato a bere il tè prima della menopausa avevano una densità minerale ossea significativamente più alta dopo la menopausa rispetto a quelle che non bevevano il tè prima della menopausa.

Leggi anche: Menopausa: può essere ritardata con una dieta ricca di legumi e omega 3

La densità minerale ossea o BMD (dall’inglese Bone Mineral Density) è la quantità di materia minerale presente per centimetro quadrato di osso. Viene utilizzato soprattutto per valutare il grado di osteoporosi e il rischio di fratture patologiche (sintomi tra l’altro tipici della menopausa), mediante un esame chiamato densitometria ossea.

In genere, la menopausa può causare una rapida riduzione della BMD. Questo, a sua volta, mette le donne anziane a rischio di condizioni come l’osteoporosi, una malattia ossea debilitante. Durante il periodo della menopausa, i livelli di estrogeni diminuiscono di molto.

Lo studio

Gli studiosi hanno esaminato oltre 1.300 donne di età inferiore agli 80 anni e hanno scoperto che il legame tra un’elevata BMD postmenopausale e il consumo di tè era ancora più significativo nelle donne che bevevano più di quattro tazze di tè a settimana.

Questa ricerca supporta un corpo di prove già esistente secondo cui il consumo di qualsiasi tipo di tè può possa aiutare le donne anziane a mantenere la BMD.

I risultati indicano che bere il tè prima della menopausa è correlato a una maggiore BMD nelle donne cinesi in postmenopausa. La relazione è indipendente dalla concentrazione e dal tipo di bere il tè.

Fonte: European Journal of Clinical Nutrition

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

eBay

Moda circolare: vendi le cose che non metti e adotta un comportamento sostenibile

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook